Cinemaz logo
  • Recensioni

Florence

Florence

Una Meryl Streep d'alta classe è la protagonista, affiancata da Hugh Grant, di Florence nuovo film di Stephen Frears presentato all'edizione del Festival di Roma del 2016.

Una commedia sentimentale e musicale che nasce dalla biografia di un personaggio come Florence Foster Jenkins, ricca e importante ereditiera che negli anni '40 è tra le protagoniste dei salotti dell'alta società newyorchese.

Questo l'incipit di Florence di Stephen Frears che racconta in particolare la passione per la musica e per il canto della donna che con l'aiuto del marito, l'inglese St. Clair Bayfield interpretato da Hugh Grant, si esibisce nei salotti buoni ricevendo elogi "pilotati" senza sapere che la sua voce è in realtà orribile...

Facile immaginare come Meryl Streep si sia calata da par suo in un tale ruolo impadronendosi della scena, proprio come i produttori e lo stesso regista avevano previsto nell'affidare alla grande attrice il ruolo di Florence.

Per parte sua, Meryl Streep conosceva già Florence Foster Jenkins, ma è stata la prospettiva di lavorare con Stephen Frears ad attrarla maggiormente. "Stephen mi ha chiamato e mi ha detto: ‘Ho una parte per te, quella della peggior cantante d'opera del mondo’ e la cosa mi ha elettrizzato. Ho detto sì prima ancora di leggere la sceneggiatura, perché ho sempre desiderato lavorare con Stephen. Tra attori, se ne parla sempre come di qualcuno con cui vorresti davvero lavorare”.

La Streep in effetti mostra tutta la sua bravura e la sua maniacale preparazione svolta con un vocal coach che l'ha aiutata ad arrivare ad avere una voce simile all'originale così da rendere ancora più credibile l'impersonificazione.

Una prova d'attrice sublime che viene ottimamente supportata dalla "spalla" Hugh Grant nei panni del marito in bilico tra amore, ammirazione e ossequio e soprattutto da un magnifico Simon Helberg nel ruolo di Cosme McMoon, terzo componente del ménage nonché accompagnatore al piano della Florence.
Le reazioni dell'attore, noto per Big Bang Theory, alla prove canore della "star" sono uno degli elementi più divertenti e riusciti del film.

Un film di Frears è dunque un brillante ritratto che giustamente sfrutta tutto il potenziale recitativo della Streep e offre agli spettatori un intrattenimento raffinato e ben confezionato.

Paolo Piccioli

Il trailer di Florence con Meryl Streep dal 22 dicembre al cinema

Visita la scheda di Florence e prenota o preacquista il tuo biglietto in sala

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Meryl Streep, Stephen Frears, Hugh Grant, Florence, Simon Helberg

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus