• Recensioni

Cronos (1993) di G. Del Toro

cronos.jpgTit.originale: Cronos
Paese: Messico

L'esordio alla regia di Guillermo Del Toro, uno dei migliori talenti del cinema fantastico del nuovo millennio.

Un anziano antiquario messicano rinviene un antico amuleto meccanico a forma di scarabeo che, improvvisamente, ferisce l'uomo con acuminati aculei metallici; testimone dell'accaduto è la nipotina Aurora. Lo strano marchingegno è l'invenzione di un alchimista del 1500 che permette di sconfiggere la morte, a caro prezzo, dato che il possessore dell'amuleto diviene una sorta di vampiro. Sulle tracce di questo rivoluzionario talismano c'è un vecchio miliardario, prossimo alla dipartita, e il suo giovane e impulsivo nipote ([[Ron Perlman]]).

Il primo lungometraggio di [[Guillermo Del Toro]] è un horror insolito, ma già caratterizzato da un preciso stile personale e dalla comparsa di temi, cari al regista, che in seguito diverranno ricorrenti nel corso della sua filmografia: il simbolismo degli insetti ([[Mimic]], [[Il labirinto del Fauno]], ecc.), lo sguardo puro e disincantato dei bambini ([[La spina del diavolo]], [[Il labirinto del Fauno]]) e l'utilizzo di Ron Perlman, uno dei suoi attori-feticcio( [[Blade 2]], [[Hellboy]] 1 e 2).

La cornice urbana di una città messicana dona al film un taglio surreale, a tratti grottesco (le scene, fantastiche, dell'obitorio), ma decisamente affascinante e originale. Del Toro mostra l'orrore dell'immortalità senza effetti truculenti ma riuscendo, ugualmente, a trasmettere l'angoscia e il disgusto (la memorabile "ricerca" di sangue nella toilette di un ristorante) che pesano sui protagonisti.

Ottimi gli interpreti: [[Federico Luppi]] (l'antiquario Jesus Gris) e Ron Perlman (Angel De la Guardia). Grandissimo finale, quasi intimista e molto malinconico. Un film importante, che segna la nascita di uno dei registi del cinema fantastico più autorevoli e brillanti in circolazione. Da non mancare assolutamente.

Il vulcanico regista di origini messicane ha da poco terminato la regia di "[[Hellboy 2: The golden army]]", mentre si attende con spasmodica attesa l'inizio del suo personale progetto accarezzato da anni: la riduzione su pellicola de "[[Le montagne della follia]]" di Lovecraft, prevista per il 2010.

Rating: 8/10

 

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter