• Toy Story 4

      2019, 100 min
      ANIMAZIONE
      Woody, Buzz Lightyear e il resto della banda si imbarcano in una nuova avventura in compagnia dell'ultimo arrivato nella stanza di Bonnie: Forky. Durante il viaggio, vecchi e nuovi amici contribuiscono a creare momenti magici.
      Vai alla scheda film
    • Dolor y Gloria

      2019, 109 min
      DRAMMATICO
      Salvador Mallo, un regista nel crepuscolo della sua carriera, riflette sulle scelte che ha fatto nella vita come il passato e il presente arrivano schiantandosi intorno a lui.
      Vai alla scheda film

      Il grande salto

      2019, 89 min
      COMMEDIA
      I quarantenni Rufetto e Nello sono due rapinatori maldestri che, dopo aver scontato quattro anni di carcere per un colpo andato male, vivono in un quartiere della periferia romana.I due non demordono e progettano una rapina che potrebbe dare una svolta alle loro vite mediocri. Riprendere in mano l'attività e soprattutto portarla a buon fine, però, non è per niente facile: si convincono, così, che il destino non sia dalla loro parte…
      Vai alla scheda film
    • Il traditore

      2019, 138 min
      DRAMMATICO
      Biopic di Tommaso Buscetta, la cui testimonianza sul contrabbando di eroina durante gli anni '80 del "collegamento della pizza" con Cosa Nostra gli ha permesso di ottenere la cittadinanza americana e l'accesso al programma di protezione dei testimoni.
      Vai alla scheda film

      Aladdin

      2019, 128 min
      FANTASTICO
      Una rivisitazione live-action del film Disney del 1992 con lo stesso nome.
      Vai alla scheda film
    • Toy Story 4 - 3D

      2019, 100 min
      ANIMAZIONE
      Woody, Buzz Lightyear e il resto della banda si imbarcano in una nuova avventura in compagnia dell'ultimo arrivato nella stanza di Bonnie: Forky. Durante il viaggio, vecchi e nuovi amici contribuiscono a creare momenti magici.
      Vai alla scheda film

      Arrivederci Professore

      2019, 90 min
      DRAMMATICO
      Richard, un professore del college, riceve una diagnosi che può cambiargli la vita e decide di rinunciare a tutte le convenzioni e alle apparenze per vivere la propria esistenza nel modo più coraggioso e libero possibile. Con un senso dell'umorismo tagliente, coraggio e un pizzico di follia, attraversa ogni tipo di vizio: fuma, beve, fa sesso e rivolge insulti a chiunque gli dia fastidio, provando un piacere mai avuto in tanti anni.
      Vai alla scheda film
    • La bambola assassina

      2019, 120 min
      HORROR
      Karen (Aubrey Plaza), una mamma single, regala a suo figlio Andy (Gabriel Bateman) una bambola "Buddi" per il suo compleanno, ignara della sua natura sinistra…
      Vai alla scheda film

      Godzilla II - King of the Monsters

      2019, 122 min
      FANTASTICO
      La nuova storia segue le eroiche gesta dell'agenzia cripto-zoologica Monarch e dei suoi membri, che fronteggeranno una serie di mostri dalle dimensioni divine, tra cui il possente Godzilla, che si scontrerà con Mothra, Rodan e la sua nemesi più pericolosa, il mostro a tre teste King Ghidorah. Quando queste antiche super specie – ritenute veri miti – tornano in vita, inizierà la competizione per la supremazia, mettendo a rischio l'esistenza dell'umanità.
      Vai alla scheda film
    • Pets 2: Vita da animali

      2019, 91 min
      ANIMAZIONE
      Il decimo film d'animazione targato Illumination, Pets 2 – Vita da animali è il tanto atteso sequel del blockbuster del 2016, la commedia che ha avuto il miglior debutto di sempre per un film originale, d'animazione e non.Pieno dell'irriverenza e dell'umorismo sovversivo che caratterizza Illumination, questo nuovo capitolo esplora le vite emotive dei nostri amici a quattro zampe, il profondo rapporto che li lega alle loro amorevoli famiglie, e risponde alla domanda che i padroni di animali si fanno da sempre: cosa fanno i nostri animali quando non siamo a casa?
      Vai alla scheda film

      Beautiful Boy

      2018, 111 min
      DRAMMATICO
      Nicolas Sheff ha 18 anni ed è un bravo studente: scrive per il giornale della scuola, recita nello spettacolo teatrale di fine anno e fa parte della squadra di pallanuoto. Ama leggere e possiede una spiccata sensibilità artistica; in autunno andrà al college. Da quando ha 12 anni però, ama sperimentare le droghe; da qualche tempo ha provato la metamfetamina e, come lui stesso dichiara, “Il mondo, da bianco e nero, improvvisamente è diventato in Technicolor”. In breve tempo Nic, da semplice adolescente che fa uso sporadico di stupefacenti, si trasforma in un vero e proprio tossicodipendente.
      Vai alla scheda film
    • Diego Maradona

      2019, 130 min
      DRAMMATICO
      il film di Asif Kapadia, racconta la storia di un ragazzino povero e senza istruzione cresciuto in una baraccopoli: la sua sorprendente eccellenza lo fa diventare una stella assoluta, elargendogli ricchezze incalcolabili, fama mondiale e status degno di una divinità. Tuttavia, gli mancano gli strumenti per gestire una celebrità simile. Ogni trionfo della sua vita sembra avere un esito disastroso, anche se di solito finisce per uscirne vincitore. Agli inizi degli anni Ottanta, non avendo mai vinto lo scudetto, la Società Sportiva Calcio Napoli viveva un periodo particolarmente difficile, vantando però una tifoseria senza eguali per passione e dimensioni. Poi, il 5 luglio 1984, Maradona arrivò al Napoli con un ingaggio record e per sette anni scatenò l'inferno. Il genio assoluto del calcio mondiale e la città più imprevedibile d'Europa si dimostrarono un connubio perfetto: Diego Maradona era stato benedetto sul campo e trattato come un Dio fuori di esso. Il carismatico argentino trascinò infatti il Napoli al suo primo scudetto. Era il 1987 e quello fu un evento epocale. Ma c'era un prezzo da pagare perché, finché fece miracoli in campo, a Diego fu concessa ogni cosa, ma quando la magia svanì, divenne prigioniero della sua stessa città. Forse perché, come spiega il preparatore atletico di Diego, Fernando Signorini, Diego non ha nulla a che fare con Maradona ma Maradona trascina Diego ovunque lui vada. Film evento al cinema il 23, 24 e 25 settembre.
      Vai alla scheda film
    • I morti non muoiono

      2019, 103 min
      COMMEDIA
      Nella tranquilla cittadina di Centreville, qualcosa non va come dovrebbe. La luna splende grande e bassa nel cielo, le ore di luce del giorno diventano imprevedibili e gli animali iniziano a mostrare comportamenti insoliti. Nessuno sa bene perché. Le notizie che circolano sono spaventose e gli scienziati sono preoccupati. Ma nessuno prevede la conseguenza più strana e più pericolosa che inizierà presto a tormentare Centerville: I morti non muoiono - escono dalle loro tombe e iniziano a nutrirsi di esseri viventi, e gli abitanti della cittadina dovranno combattere per la loro sopravvivenza
      Vai alla scheda film

      Rapina a Stoccolma

      2019, 92 min
      COMMEDIA
      Dopo aver preso ostaggi in una banca di Stoccolma, un ex detenuto chiede il rilascio di un vecchio complice. Con l'aggravarsi della situazione, l'uomo sviluppa uno strano legame con una delle donne sequestrate.
      Vai alla scheda film
    • Il Viaggio di Yao

      2019, 99 min
      COMMEDIA
      Yao è un bambino che vive in un piccolo villaggio del Senegal. Ama i libri e le avventure. Un giorno parte per Dakar alla ricerca del suo mito, Seydou, attore francese di grande successo in visita in Senegal. Seydou conosce Yao e colpito dal carattere del bambino, decide di riaccompagnarlo a casa. Il viaggio, pieno di rocambolesche avventure e situazioni divertenti, sarà per l’attore un ritorno alle sue radici.
      Vai alla scheda film

      X-Men: Dark Phoenix

      2019, 104 min
      FANTASTICO
      In X-Men: Dark Phoenix, la telepate Jean Grey sviluppa incredibili poteri psichici che corrompono la sua mente, trasformandola nella terribile Fenice Nera. Gli allenamenti tra le pareti della Scuola per Giovani Dotati di Charles Xavier (James McAvoy), sotto la supervisione del brillante professor Bestia (Nicholas Hoult), hanno dato i loro frutti: i giovani mutanti che hanno combattuto e sconfitto Apocalisse non sono più l’indisciplinata classe di un tempo, ma un collaudato team di supereroi conosciuti come X-Men. Il dottor Xavier li incoraggia a usare i poteri per compiere gesta eroiche e sensazionali, ma nemmeno il telepate più potente del mondo può capire ciò che passa nella testa di un adolescente.
      Vai alla scheda film
    • Rocketman

      2019
      MUSICALE
      La storia della vita di Elton John, dai suoi anni da prodigio alla Royal Academy of Music attraverso la sua influente e duratura collaborazione musicale con Bernie Taupin.
      Vai alla scheda film

      Polaroid

      2017, 85 min
      HORROR
      Polaroid è strutturato sulla falsariga di The Ring. In una vecchia macchina fotografica Polaroid SX-70, ritrovata per caso da due amiche in una soffitta, è rimasto imprigionato lo spirito di una ragazza assetata di vendetta.
      Vai alla scheda film

The Green Inferno (2015)

The Green Inferno - Recensione di Sciamano su Cinemaz

The Green Inferno: il film diretto da Eli Roth riscopre il filone dei cannibal-movie.

  • Tit. Originale: The Green Inferno
  • Paese: USA/Cile
  • Rating: 6/10

La giovane universitaria Justine accetta un invito a partecipare alla riunione di alcuni attivisti per le cause umanitarie, la ragazza è spinta da ideali di libertà ma anche per l'interesse del leader Alejandro con cui ha incrociato degli sguardi. Alejandro convince i suoi accoliti a intraprendere un'azione di disturbo in Amazzonia, si tratta di bloccare le ruspe di una multinazionale che abbatte la foresta e minaccia una tribù di nativi. Justine si convince dell'operazione e parte con i ragazzi del gruppo, l'impresa è pericolosa ma sembra andata in porto, sulla via di ritorno però il piccolo aereo che li trasporta cade in un'impervia zona della foresta.....

I cannibali più famosi del cinema (horror) sono Leatherface (Non aprite quella porta) e Hannibal Lecter (Il Silenzio degli innocenti) ma le opere a cui Eli Roth tende sono quelle dei primi anni 80 prodotte in Italia, capaci nel loro piccolo di stabilire un nuovo immaginario e stilemi caratteristici e, non solo, di cogliere notevoli riscontri ai botteghini di mezzo mondo. Gli specialisti più accreditati di tale mini-filone, i registi Umberto Lenzi e Ruggero Deodato, riprendevano il discorso dei mondo-movies anni 60 di Prosperi e Jacopetti per concepire film molto realistici e crudi, basati su una violenza estrema e primitiva che ha fatto montare non poche polemiche. In particolare Eli Roth ha sempre dichiarato, sin dagli esordi di Cabin Fever, una predilezione per Cannibal Holocaust (1981) di Deodato, il culmine del genere, un capolavoro controverso per la presenza di vere uccisioni e torture portate su animali indifesi, un aspetto questo che scatena anche a distanza di decenni riflessioni di ogni tipo. Il film di Deodato non è solo questo, tra le altre cose è anche forse il primo a usare con efficacia la tecnica del found-footage, un'immersione nel mondo selvaggio delle popolazioni indigene dell'Amazzonia, un posto brutale se visto con gli occhi di un occidentale.


Eli Roth riversa in The Green Inferno le suggestioni del film di Deodato per un'avventura situata nelle foreste pluviali del Perù minacciate dall'arrivo della pressante civiltà consumistica, una vicenda ancora credibile e attualizzata dalla presenza di un gruppo attivista di ecologisti. L'incedere è scontato e i luoghi comuni non si fanno mancare, la prima parte della presentazione dei protagonisti occidentali ne è infarcita, ma il film è scorrevole e ha quasi effetti visivi subliminali: difficile dimenticare il verde delle foreste che si propaga sin dai titoli di testa, in seguito, il colore della flora si mischia con il rosso ramato della pelle pitturata degli indigeni. Roth, come noto, ha avuto la strada aperta da appoggi illustri (David Lynch prima e Tarantino in un secondo momento), senza avere mai convinto del tutto e scatenando inevitabili strascichi di invidie e rimostranze giustificate dai mediocri risultati delle sue opere. The Green Inferno prosegue nel solco ma sembra centrare meglio di altre volte lo stile del regista che vuole la recrudescenza delle scene più sanguinose diluita da momenti surreali che sembrano usciti da una commedia demenziale di grana grossa.

Distribuito al cinema con il divieto ai minori di anni 18, il film ha il suo cuore nella seconda parte dove ha inizio una mattanza ai danni dei protagonisti che in almeno una sequenza può sorprendere anche gli stomaci più forti, si vocifera di gente svenuta in alcune prime visioni d'oltreoceano, di solito si tratta di trovate pubblicitarie, resta il fatto che il primo rituale di uccisione/cannibalismo è diretto e crudo come può essere solo un video non censurato proveniente dai tristi e attuali scenari della Siria. Il personaggio guida di Justine introduce a una realtà sgradevole, la ragazza capisce a sue spese che i compagni di (s)ventura non sono tanto migliori degli indigeni che vogliono farli a pezzi per mangiarli, lo scontro tra il mondo civilizzato e quello incontaminato della natura ha una comune scabrosità di fondo ineluttabile e feroce, una tematica che riprende anche in questo caso i cannibal italiani.

Da notare che Justine è interpretata da Lorenza Izzo, moglie del regista, l'attrice protagonista anche nel successivo film del marito (Knock Knock) attraversa una serie di orrori splatter, tra i quali si può annoverare lo schianto tragico del piccolo velivolo nella foresta, e situazioni prevedibili di prigionia e fuga attorniata da pericolosi nativi con tendenze cannibali. A riguardo risultano credibili i componenti di una tribù per lo più composta da bambini con a capo una inquietante sciamana, al cui fianco compare un ancora meno raccomandabile guerriero/cacciatore armato di machete. Lo spirito burlesco di Roth si manifesta in almeno un paio di sequenze che possono fare storcere il naso, a suo favore si può dire che sono talmente assurde e prolungate da apparire memorabili ( a loro modo). I cannibali di Roth mangiano con gusto carne umana in insistiti pranzetti di gruppo, in alcuni (p)assaggi si notano citazioni a Il Giorno degli Zombi, lo smembramento di una vittima, e a Cannibal Holocaust nella scena del rinvenimento dei morti impalati con i bastoni. The Green Inferno rischia di essere (al momento) il migliore film di Roth.

Sciamano

Poster internazionale di The Green Inferno

The Green Inferno - Poster internzionale

Non perdere il terrificante trailer di The Green Inferno, fai click qui sotto, subito ;-)

{filmlink}10831{/filmlink}

 

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror, The Green Inferno, Eli Roth

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter


 

Ricevi in anteprima le offerte, gli sconti
e le promozioni degli eventi della tua città!
Segui OOOH.Events:

Instagram

 

Ricevi in anteprima le offerte, gli sconti
e le promozioni degli eventi della tua città!
Segui OOOH.Events:

Instagram