Cinemaz logo
  • Recensioni

Unbroken

Angelina Jolie racconta l'incredibile storia vera di Louis Zamperini, atleta olimpico, sopravvissuto prima in mare 47 giorni dopo essere stato abbattuto e poi alle sevizie in un campo di prigionia giapponese ...

Con Unbroken Angelina Jolie tenta la carta di imporsi definitivamente come autore. Il fatto che alla sceneggiatura, tratta da un libro di Laura Hillenbrand, abbiano contribuito anche i fratelli Coen, ne è una delle dimostrazioni più evidenti.


La storia, vera e per questo ancora più incredibile, è quella di Louis "Louie" Zamperini, atleta olimpionico che durante la Seconda Guerra Mondiale, viene abbattuto e insieme a due membri dell'equipaggio sopravvive per 47 giorni in mezzo al mare fino a che non viene salvato da una nave militare giapponese e condotto in un campo di prigionia dove diventa vittima delle terribili angherie di un sotto ufficiale sadico e frustrato. Ma il buon Louie si è dimostrato più forte anche di questo ed è morto serenamente, a 97 anni, nel luglio scorso.


E' chiaro che l'obiettivo della Jolie sia comunicare valori, in ossequio alla sua immagine pubblica di donna al servizio del Bene.
Nel suo racconto in tre capitoli non c'è traccia di punti di vista disturbanti o di contraddizioni: si procede, con una rimarchevole abilità nella costruzione delle immagini, verso l'esaltazione del coraggio, la perseveranza, l'umana comprensione.


Paolo Biamonte

{filmlink}10439{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus