Cinemaz logo

 

 

  • Recensioni

John Wick

Arriva il film che ha rilanciato la carriera di Keanu Reeves, un action sorprendente in cui un killer ritiratosi a vita privata compie una spietata vendetta ai danni di un boss della mala russa e di suo figlio ...

John Wick è il film che ha rilanciato la carriera di Keanu Reeves e che, per incassi e qualità positive, è una delle sorprese della stagione.
John Wick è un action del genere vengeance diretto e prodotto da due stunt men coordinators di lungo corso come Chad Stahelsky e David Leitch e che rende omaggio al cinema di Honk Kong ma non dimentica la lezione, soprattutto sul piano della fotografia e dell'ambientazione notturna, di Drive e l'importanza dell'ironia.
La trama è di una semplicità assoluta: John Wick è un ex killer professionista che si è ritirato a vita privata. Ha perso la moglie e l'unico legame che gli resta con la donna è il cane. Una sera, il figlio di un boss della mala russa ha la malaugurata idea di rubargli la macchina, pestarlo fino quasi a farlo morire e uccidergli il cane. La morte del cane fa rinascere il vecchio John Wick che, per vendicarsi, stermina figlio, papà e tutta la loro truppa di super cattivi.
Detta così sembra l'ennesima riproposta di stilemi consunti e invece il film va più in là: intanto costruisce un universo notturno parallelo, un underworld diviso in categorie sociali dove esiste un hotel per killer e un codice di regole.
In un clima di ricercata eleganza formale, Keanu Reeves mette in scena con ironia la difficoltà di affrontare a 50 anni stunt impegnativi e combattimenti.
Le scene d'azione sono impeccabili e non poteva essere altrimenti vista l'esperienza di Stahelsky e Leitch ma va notata l'abilità con cui utilizzano la confidenza di Keanu Reeves con le arti marziali per allestire affascinanti sequenze di lotta con efficacissime coreografie di gruppo, utili anche a mascherare la diminuita agilità del protagonista.
Ma sorprendentemente, vista poi la trama, John Wick non è solamente azione perché non solo le sospensioni sono importanti quanto quelle in cui si spara, si combatte, si corre in macchina ma alla fine, una volta consumata la vendetta, c'è qualcosa in più di un classico finale edificante.
A questo punto un sequel sarebbe tutt'altro che una sorpresa.



Paolo Biamonte

 

 

 

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004 | Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter SSL Certificate