Cinemaz logo
  • Recensioni

Mai Così Vicini

Michael Douglas e Diane Keaton, per la prima volta insieme sul set, sono i perfetti protagonisti di questa commedia diretta da Rob Reiner, il regista di Misery Non Deve Morire, Harry ti Presento Sally ...

 

Mai Così Vicini offre un menu di partenza quasi infallibile: i protagonisti sono due premi Oscar dalle carriere gloriose come Michael Douglas e Diane Keaton per la prima volta insieme sul set, la regia è di Rob Reiner, il regista di Stand By Me e Misery Non Deve Morire ma anche grande specialista di commedie come Harry ti Presento Sally, Non è Mai Troppo Tardi. Lo sceneggiatore è Mark Andrus, l'autore di Qualcosa è Cambiato, che ha fruttato un Oscar a Jack Nicholson e Helen Hunt.
La storia è classica nella sua struttura: Oren è un agente immobiliare, vedovo e dal cuore di pietra che in passato ha fatto faville e che ora non riesce a vendere la sua villa e a ritirarsi in pensione nel Vermont.
Così si trasferisce in un appartamento in un complesso immobiliare di sua proprietà e subito si fa odiare dai suoi vicini per il carattere impossibile.
Le cose cominciano a cambiare quando il figlio gli affida la nipotina di cui non conosceva l'esistenza.
La piccola intenerisce Leah, vedova anche lei e cantante di nightclub dall'emotività incontrollabile. Inevitabilmente l'innocenza della nipotina e la gentilezza e il fascino di Leah cominceranno a scalfire il muro che il burbero Oren ha alzato tra se e il resto dell'umanità.
Sono tutti troppo bravi per lasciare che Mai Così Vicini si trasformi in un polpettone sentimentale: Bob Reiner, che si concede anche una piccola parte da attore, Mark Andrus, che ha scritto un copione ricco di sfumature e battute e soprattutto Michael Douglas e Diane Keaton, due fuoriclasse che sanno giocare con l'età e le dinamiche dei sentimenti.
E' divertente notare come, nelle interviste per il film, Michael Douglas abbia confessato che la commedia non gli viene naturale. A giudicare da questo film, la possiamo interpretare come un piccolo gioiello di understatement.

 

Paolo Biamonte

 

 

{filmlink}10122{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.