Cinemaz logo
  • Recensioni

Sukiyaki Western Django (2007)

sukiyaki western djangoL'omaggio al western all'italiana del grande regista Takashi Miike.
In un imprecisato luogo del vecchio west, un solitario pistolero giunge in una desolata cittadina dilaniata dalla faida in corso tra due bande di criminali. Tutti cercano un prezioso tesoro nascosto e l'arrivo del pistolero può cambiare gli equilibri in campo, l'uomo intanto trova l'ospitalità di una donna che sembra conoscere molte cose della strana situazione.

Film western atipico e bizzarro con la benedizione di Quentin Tarantino che si concede una gustosa apparizione nel prologo, e in una scena successiva, nel ruolo di Piringo(!?), al servizio di una delle tante follie del regista Takashi Miike che anticipa il collega nella riesumazione/omaggio del western all'italiana. Miike non ha bisogno di essere sdoganato da nessuno, la presenza di Tarantino potrebbe fare pensare il contrario, non mira al successo di massa e ritiene il controllo delle sue opere prioritario, non fa eccezione "Sukiyaki Western Django" che è un dichiarato omaggio ai film western italiani visti da bambino dal regista. Un'operazione che a molti non convince, i giapponesi che fanno i cowboys, gli stessi forse dimenticano che gli "spaghetti western" senza i film chambara giapponesi probabilmente non sarebbero stati gli stessi, se è vero che "Per un pugno di dollari", il film che ha iniziato da solo un filone/genere, è il remake non dichiarato di "La sfida del samurai" di Kurosawa. La frase abusata "il cerchio si chiude" appare quindi inevitabile.

 

"Sukiyaki Western Django" è un'opera quasi metafisica, nel senso che è più uno stato mentale, una fantasia e sogno proibito, produrre un western in Giappone nel tentativo di ricreare i set dei film italiani dell'epoca che a loro volta erano il surrogato di un immaginario altro e lontano, il prologo con lo sfondo chiaramente finto di cartone disegnato ricorda quello di un altro western sui generis asiatico: "Le lacrime della tigre nera" (2001). Le esagerazioni e le stilizzazioni sono quindi una prerogativa e cifra stilistica, con le bande rivali divise in fazioni colorate bianche e rosse, i personaggi folli e surreali con i quali Miike ci va nozze da sempre, nel mezzo il pistolero solitario interpretato da Hideaki Ito (Princess Blade) a fare il Clint Eastwood della situazione. La pellicola riprende le opere di Leone e Corbucci, dal primo mutua la trama di "Per un pugno di dollari", del secondo, oltre a nominare nel titolo il celebre "Django", non esita a inserire una bara che nasconde una mitragliatrice in onore dello stesso film.

 

 

 

sukiyaki western django

 

 

"Django" di Corbucci ha ripetuti richiami, il fango tipico dei suoi western, inoltre nei titoli di coda arriva una bella cover in giapponese(!) della mitica canzone portante del film, Miike si spinge oltre e con un didascalia fa intendere come "Sukiyaki Western Django" sia una sorta di prequel dell'opera italiana(!). In un western diretto da Takashi Miike la violenza non può certo mancare, spesso con esiti grotteschi come la sequenza della prova di coraggio nel fermare la spada con la mano, oltre alle pistole compaiono anche spade da samurai, a tal proposito bellissimo un duello pistola contro spada, delirante e ghiacciato. Miike non firma il suo film migliore ma si nota che è a suo agio nel set della cittadina del west-giapponese, le scenografie uniscono architetture orientali e occidentali in una fusione forse mai vista prima.

 

La storia non è trascendentale bisogna ammettere, a discapito della qualità generale, ma vi sono alcuni personaggi interessanti, soprattutto quelli femminili che sono ridotti a due: la giovane prostituta dal triste passato di Yoshino Kimura, bella e sensuale, e la misteriosa cinquantenne interpretata da Kaori Momoi (Kagemusha) che riserba alcune sorprese. Da segnalare la delirante citazione di "Akira" di Otomo e gli eccentrici rispettivi leader dei "rossi" e dei "bianchi" che sembrano usciti da un action-horror anime. La parte finale di "Sukiyaki Western Django" è un massacro totale con sparatorie, mitragliatrici giganti e colpi di spade. Del film esiste una versione integrale, 23 minuti in più rispetto alla versione internazionale, disponibile solo in un dvd giapponese.

 

 

 

 

Tit. Originale: Sukiyaki Western Django
Paese: Giappone
Rating: 7/10

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Action

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus