Cinemaz logo
  • Recensioni

A Proposito di Davis

a proposito di davisIl nuovo film dei fratelli Coen racconta la storia di un musicista fallito nella New York del folk revival dei primi anni '60. Con Oscar Isaac, Justin Timberlake, John Goodman, Carey Mulligan e una colonna sonora che è un gioiello vintage.

Tornano i fratelli Coen e con il loro nuovo film regalano un nuovo anti eroe, una strana figura di musicista fallito che è il perfetto controcanto ai miti degli anni '60.

A Proposito di Davis è la storia di Llewyn Davis, un giovane musicista che, all'alba degli anni '60, cerca fortuna nella New York che era la culla del folk revival e si preparava a far nascere il mito di Bob Dylan.

Quella di Llewyn, sul piano puramente strutturale, è una vicenda uguale a un milione di altre: un album di debutto promettente, un sodalizio che si scioglie (in questo caso in circostanze drammatiche), dischi fallimentari, le case discografiche che ti ignorano, i manager che ti fregano, problemi con mogli o compagne, la difficoltà di sbarcare il lunario.

   

a proposito di davis

 

 

Sarebbe uguale a milioni di altre se non fosse stata scritta dai fratelli Coen che, pure, si sono ispirati alla storia vera di Dave Van Ronk il folk singer che proprio negli anni di Davis era soprannominato "il sindaco del Village" e che era il protagonista della scena fino all'avvento di Bob Dylan che ha imparato molto da lui, si è lasciato guidare nell'ambiente di locali come il Cafe Wha o il Gaslight, poi è diventato un mito mentre Van Ronk è rimasto al punto dov'era. 

Nel film persino il gatto fa fatica a prendere sul serio Llewyn Davis: il suo partner musicale è morto lasciandogli in eredità un bel bagaglio di sensi di colpa, la sua ex è avvelenata con lui e pretende che sostenga le spese per l'aborto, il pubblico che lo ascolta si conta sulle dita di una mano, poi ci sono colleghi interessati a generi di musica più pop, manager truffatori e un'umanità che gli gira attorno fondamentalmente indifferente a quello che fa.

Il cast è di alto livello: Oscar Isaac è bravissimo nel ruolo del protagonista, John Goodman, un fedelissimo dei Coen, ha un personaggio tagliato su misura, Carey Mulligan e Justin Timberlake sono perfetti nell'interpretare una coppia di musicisti sposati cui spetta una delle sequenze più esilaranti del film.

A Proposito di Davis è anche un saggio della sapienza musicale dei fratelli Coen: la colonna sonora è un gioiello vintage curato insieme a T-Bone Burnett con il contributo di Justin Timberlake e di Marcus Mumford.

 

Paolo Biamonte

 

{filmlink}9834{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.