Cinemaz logo
  • Recensioni

Licenza di matrimonio - Williams si fa prete

Image
Licenza di matrimonio è una commedia diretta dal veterano della televisione Ken Kwaps (The Office), con uno straordinario Robin Williams, nel ruolo di un sacerdote che mette a dura prova le coppie che decidono di sposarsi nella sua chiesa, con un corso di preparazione al matrimonio che sembra più un addestramento da marines. Tutto procederebbe bene nella preparazione del matrimonio di Sadie Jones (Mandy Moore) e Ben Murphy (John Krasinski), se l'irresistibile e demenziale reverendo Frank (Robin Williams) non li obbligasse a prendere parte al suo corso prematrimoniale, fatto di incredibili prove, bizzarri compiti a casa e qualche inattesa invasione della privacy. Il reverendo Frank è un autentico integralista del matrimonio, impone ai suoi fedeli di passare un corso pre-matrimoniale 'infallibile per testare la durata dell'unione'. Poichè è il parroco della chiesetta di famiglia della giovane Sadie, quando Ben le chiede di sposarlo, è inevitabile che i due chiedano a lui di officiare la cerimonia. Senza immaginare cosa li aspetta. Prima di arrivare al giorno del i due giovani piccioncini vivranno una settimana infernale durante la quale si dovranno sottoporre a prove di ogni tipo. Per prima cosa niente sesso fino al giorno del matrimonio; poi un apprendistato per i figli con due gemelli meccanici che piangono, strillano, vomitano e fanno pipì in continuazione; infine guidare bendati nel traffico per vedere se c'è 'comunicazione' tra i due futuri sposi. Regole folli? Così sembrano pensare i due sposini fai da te, ma per l'ispirato e intransigente reverendo, è solo l'inizio. E' il settimo film interpretato da Robin Williams in poco più di un anno, l'attore è una forza della natura, con una verve comica in grado di conquistare qualsiasi platea. Ha fatto l'insegnante, il medico, il folle, l'extraterrestre, ha vinto un Oscar e ora si è fatto prete.

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus