Cinemaz logo
  • Recensioni

Il Quinto Potere

il quinto potereIl film di Bill Paxton che ricostruisce la vicenda di Julian Assange, il fondatore di WikiLeaks sulla scorta del libro scritto dal suo ex braccio destro Daniel Domscheit-Berg. Con Benedict Cumberbatch nel ruolo del protagonista.

Il Quinto Potere è un film che ha fatto molto arrabbiare Julian Assange,  il fondatore di WikiLeaks, cui il film è dedicato. Assange lo ha definito "un patto diabolico tra Governo Usa e major hollywoodiane, una “distorsione deliberata della verità che danneggia le persone che fanno battaglia contro avversari molto più potenti di loro".

Ad Assange, che per sfuggire all'arresto vive da rifugiato nell'ambasciata ecuadoriana di Londra, non è andato giù che il film sia basato sul libro dedicato alla storia di WikiLeaks da Daniel Domscheit-Berg, il suo ex braccio destro interpretato da Daniel Bruhl, che ha lasciato l'organizzazione proprio in disaccordo con i metodi del capo.

Effettivamente la vicenda di Assange e del terremoto che le sue rivelazioni hanno provocato nel mondo della politica e dell'informazione sembrano fatte apposta per un film.

 

 

il quinto potere

 

Bill Paxton, il regista, all'approfondimento politico e, va detto, alle prese di posizione di Assange, preferisce mettere in scena una sorta di thriller in salsa tecnologica, con la sicurezza di poter contare su una ottima prova d'attore di Benedict Cumberbatch.

Prodotto dalla DreamWorks, Il Quinto Potere costruisce la sua tensione sugli scambi di informazioni che, attraverso computer e laptop, viaggiano ai quattro angoli del mondo, il che naturalmente permette di cambiare location.

La pellicola ripercorre le attività dell'organizzazione dal 2007 al 2010, dalle rivelazioni sulla corruzione in Kenya alle accuse di riciclaggio alla banca svizzera Julius Bar, dalla pubblicazione di documenti sui retroscena delle guerre in Afghanistan e Iraq fino alla diffusione dei dispacci della diplomazia americana.

Ovviamente al centro della scena c'è Assange-Cumberbatch, una figura enigmatica che ha messo in crisi non solo il sistema dell'informazione tradizionale (anche a costo di pubblicare informazioni non controllate e che comunque potevano mettere in pericolo la vita delle fonti e degli operativi) ma persino la credibilità dei governi.

 

Paolo Biamonte

 

{filmlink}9699{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.