• Recensioni

Diana - La Storia Segreta di Lady D

dianaNaomi Watts è la protagonista del biopic che, tra dramma e romanticismo, ricostruisce in modo molto tradizionale gli ultimi due anni di vita della Principessa.

E' sempre difficile portare sullo schermo la vicenda di un'icona popolare.

Nel caso di Lady Diana Spencer la situazione è ancora più complicata per i contorni unici che ha avuto la sua storia, compresa la morte prematura nel famigerato incidente a Parigi, il 31 agosto 1997, nel Tunnel dell'Alma. Nello schianto della Mercedes inseguita dai paparazzi insieme a Diana morirono Dodi Al-Fayed, all'epoca suo accompagnatore, e l'autista Henry Paul. 

Ufficialmente il responsabile della tragedia è stato indicato proprio in Paul, nel cui sangue c'erano dosi eccessive di alcool e tracce di psico farmaci.

Ma, come si sa, da più parti, compreso il padre di Al-Fayed, si è sostenuto che in realtà l'incidente sia stato provocato da un complotto che coinvolgerebbe il Servizio Segreto Inglese, l'MI6.

Diana - La Storia Segreta di Lady D di Oliver Hirschbiegel è un biopic sugli ultimi due anni di vita della principessa che in realtà si tiene alla larga da eventuali complotti e conseguenti ricostruzioni.

Piuttosto punta a raccontare come le vicende private abbiano influenzato la vita pubblica di una delle donne più conosciute e amate del mondo.

   

diana

 

Al centro della trama c'è la turbolenta love story con il medico di origine pakistante Hasnat Khan, un professionista di origini e patrimonio comuni. 

Ovviamente le differenze tra i due sono uno degli elementi determinanti di questa relazione che corre parallela alle apparizioni pubbliche di Lady D, una donna schiacciata dalle pressioni, protagonista del gossip internazionale (un'attenzione morbosa che le è costata la vita) ma che per il suo impegno umanitario veniva vista quasi fosse in odore di santità.

Stando al film, il povero Dodi Al-Fayed non rappresentava che una ripicca amorosa.

Una simile impostazione non può che spalancare le porte all'agiografia, possiamo anche dire alla prevedibilità di una vicenda per altro tra le più scandagliate della società moderna.

Naomi Watts è bravissima nella parte di Diana ma destreggiarsi tra la voglia di romanticismo e l'inevitabile atmosfera di dramma non è facile neanche per lei.

 

 

 

Paolo Biamonte

 

{filmlink}9595{/filmlink}

 

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter