Cinemaz logo
  • Recensioni

In Trance

in tranceJames McAvoy, Vincent Cassell e Rosario Dawson sono i protagonisti del nuovo film di Danny Boyle, una storia piena di contenuti psicoanalitici di una rapina a dir poco anomala.

In Trance è un film che mescola la tradizione dell'heist movie (il racconto di una rapina) con le stratificazioni dell'inconscio in stile Inception.

E che dimostra anche la volontà di Danny Boyle di esplorare  diversi generi.

Il protagonista, ma anche in un certo senso la vittima, è Simon (James McAvoy), voce narrante. Simon lavora in un'importante casa d'aste e ha il vizio del gioco.

Decide di fare da basista per la gang che ruba Il Volo delle Streghe, inquietante capolavoro di Goya (in realtà custodito al Museo del Prado di Madrid).

 

in trance

 

Il problema è che a causa di una botta troppo forte inflittagli da Franck (Vincent Cassel) lo spietato capobanda, Simon perde la memoria.

Franck e i suoi uomini ci mettono un po' a credere che non si tratti di uno stratagemma (e infatti lo torturano). A occuparsi di lui sarà una terapeuta (Rosario Dawson) che entrerà nella mente del paziente e diventerà la protagonista assoluta della vicenda.

La componente psicoanalitica da' al film una struttura più sofisticata ma probabilmente finisce per confondere un po' le cose, annacquando ad esempio la promettente struttura a flashback con cui sembrava voler ricostruire la rapina.

In realtà, a parte la confezione tecnicamente impeccabile, ciò che sembra interessare a Boyle è continuare il suo elegante viaggio attraverso le possibilità espressive del cinema.

 

Paolo Biamonte

 

{filmlink}9575{/filmlink}

 

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus