Cinemaz logo
  • Recensioni

Guerre Stellari (1977)

star warsIl primo storico film della saga Guerre Stellari.

L'impero Galattico semina il terrore nella galassia per mano delle truppe guidate dal malvagio Lord Fener, solo un piccolo ma agguerrito gruppo di ribelli rappresenta l'ultimo ostacolo prima della conquista definitiva.

 

Un cargo spaziale con a bordo la principessa Leila viene attaccato dagli uomini di Lord Fener, l'obiettivo è recuperare il piano della prodigiosa nuova arma imperiale, la Morte Nera, prima che cada nelle mani dei ribelli. Due droidi riescono a evadere con le preziose informazioni dall'astronave e raggiungere un pianeta vicino, l'incontro con il giovane Luke Skywalker e l'aiuto del cavaliere Jedi Obiwan Kenobi, portano una nuova speranza per la causa dei ribelli e l'inizio di un'avventura contro le forze imperiali.

 

Dopo "Guerre Stellari" nulla fu più come prima, e non si intende solo per il cinema. L'industria del cinema (americano) cambia di li a poco gli standard produttivi, sempre più ricchi dal punto di vista tecnico-spettacolare, nel frattempo milioni di bambini (e adulti) vengono sconvolti nell'immaginario in maniera tanto profonda da assecondare/accompagnare la nascita della saga di fantascienza più celebre e importante di tutti i tempi. Fantasia e realtà si incrociano su diversi piani come mai forse prima da allora, tra action figures, frasi entrate nel linguaggio comune, tributi di ogni tipo, ecc. ; l'affetto che molti nutrono per i personaggi della Saga e per le sensazioni che riesce a trasmettere non sono ancora stati del tutto affrontati/studiati in modo soddisfacente e lasciati cadere nella semplice suggestione fandom. Forse è cosi, forse no. Intanto i film restano e suscitano venerazione e rispetto paragonabili a una vera (nuova) religione. Per molti può sembrare esagerato, ne riparleremo con l'isterismo che si diffonderà con l'uscita di "Episodio 7" nel 2015, il clamoroso ritorno della saga questa volta sotto il marchio Disney.

 

Dietro al fenomeno però c'è il nome di George Lucas, il regista, il produttore, l'inventore di mondi ed eroi, il selezionatore di un retaggio antico quanto la storia dell'uomo. In fondo il "miracolo" e l'universalità della saga verte su questo presupposto, quello di riuscire a unire un'infinita gamma di influenze (e di generi) in un unico, credibile universo di fantasia, regolato da leggi e intrecci narrativi che hanno lo stampo del classico ma anche lo slancio verso l'infinito spazio profondo. Senza dimenticare la storia del cinema (avventuroso) migliore con cui George Lucas e il prezioso collaboratore-amico Steven Spielberg sono cresciuti. "Guerre Stellari" è una serie incredibile di fortunati eventi, difficile trovare qualcosa fuori posto, si pensi agli effetti speciali, a distanza di quasi 40 anni ancora efficacissimi e brillanti. Dal punto di vista tecnico Lucas pone le basi della rivoluzione, una cura maniacale per il dettaglio e la verosimiglianza, il cargo a forma di ferro di cavallo Millennium Falcon o la terrificante stazione-pianeta Morte nera sono testimonianze indimenticabili, la ricerca e la creazione di nuovi orizzonti si spinge sotto ogni aspetto, come il sonoro per ricreare il movimento delle astronavi, il fuoco delle armi e il sibilo delle spade laser. E poi c'è tutta la galleria di personaggi, umani e non, che stupisce a ogni nuova apparizione come lo scimmione wookiee Chewbecca, l'inseparabile aiutante di Han Solo..

 

La fantastica colonna sonora di John Williams, marchio di fabbrica che rimbomba per tutta la saga, introduce in un mondo mai visto prima, dopo pochi minuti irrompe quello che con grossa probabilità è il più grande villain della storia del cinema: Lord Fener nella versione italiana, meglio conosciuto come Darth Vader, il Sith nascosto dietro a un'inquietante costume-armatura nero che comunica con una voce profonda, segnata dal respiro di un erogatore artificiale. Fener penetra nel corridoio della nave ribelle nella sua imponente presenza nera, risaltata dal bianco delle armature dei suoi sottoposti. Una figura traumatizzante che in un solo colpo racchiude il diavolo, la paura, la minaccia della morte, il nazismo, in poche parole il Male. E della eterna lotta tra il Bene e il Male si tratta. Se il Male l'uomo lo conosce a perfezione piace pensare che il Bene sia rappresentato dai protagonisti incarnati dal biondo Luke Skywalker del fantastico Mark Hamill, dalla principessa Leila della sensuale Carrie Fisher e lo strepitoso mercenario spaziale Han Solo di Harrison Ford, sino all'elegante saggio cavaliere Jedi Obiwan Kenobi del rimpianto Alec Guinness. Un cast che solo a nominarlo fa commuovere e al quale bisogna aggiungere Peter Cushing nel ruolo di un freddo ammiraglio imperiale.

 

 

star wars

Lucas riesce a infondere ironia e dramma, leggerezza e commozione ma, come da titolo, "Guerre Stellari" è soprattutto una contesa nello spazio a bordo di caccia stellari da combattimento, nel finale lo scontro decisivo, ambientato sulla superficie fortificata della Morte Nera, è un incredibile  corsa contro il tempo eroica e mozzafiato, uno dei momenti più spettacolari della storia del cinema per senso del montaggio, effetti speciali e tensione. Non si contano i tentativi di imitazione seguenti. I costumi e le scenografie sono una sorta di film dentro al film, da perderci la testa, da questo punto di vista emergono altri personaggi storici e fondamentali della saga: i robot D-3BO e C1-P8, dal (mecha) design formidabile. "Guerre Stellari" crea una mitologia propria, l'energia della "Forza" che tutto pervade, svelata dall'anziano Obiwan Kenobi al giovane Jedi Luke Skywalker, è solo uno dei tasselli di uno spettacolo più grande e sorprendente che è ormai entrato nella leggenda. Il film dal successo enorme genera un seguito sugli stessi sopraffini standard: "L'impero colpisce ancora" (1980). "Il ritorno dello Jedi" del 1983 è meno bello solo perché preceduto da due capolavori. Nel 1999 esce la seconda saga, una sorta di prequel gigantesco, doveroso e di alto livello. In attesa di "Episodio 7" (2015) ancora avvolto nel mistero. Epico.

 

Titolo Originale: "Star Wars
Paese: U.S.A.
Rating: 10/10

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Fantascienza, Fantasy

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus