• Recensioni

La Bottega dei Suicidi

la bottega dei suicidiIl primo cartoon diretto nella sua carriera da Patrice Leconte affronta con i toni dell'umorismo macabro un tema delicato finendo per lanciare un messaggio a suo modo rassicurante.

La Bottega dei Suicidi ha avuto un' imprevista e sgradita pubblicità grazie alla geniale intuizione della commissione censura che aveva stabilito il divieto ai minori di 18 anni, condannando il primo lungometraggio a cartoni animati di Patrice Leconte, per altro presentato fuori concorso nella sezione Junior del festival di Cannes, a un'uscita in home video. L'Italia, che ha condannato al rogo L'ultimo Tango a Parigi e non batte ciglio di fronte al dilagare morboso dei racconti di omicidi familiari (Cogne, Avetrana, Garlasco) nella TV del pomeriggio e di fasce di grande ascolto, ha tentato di essere l'unico Paese europeo a prendere una simile decisione. Per fortuna la commissione ci ha ripensato.

Va detto subito che non è sicuramente un film per bambini anche se, contrariamente al libro di Jean Teulé cui è ispirato e che finisce malissimo, propone un happy ending e una chiara distinzione tra il mondo degli adulti e quello dei bambini.

 

la bottega dei suicidi

 

Ispirato, per ammissione dello stesso Leconte, all'umorismo della famiglia Addams e dei film di Tim Burton, La Bottega dei Suicidi immagina un mondo dove per le strade non c'è sole ma pioggia e smog e depressione. Il pensiero fisso della gente è il suicidio ma bisogna stare attenti a non farlo in pubblico, altrimenti i familiari del morto si beccano una multa salata.

La famiglia Tuvache ha una bottega che, al motto trapassati o rimborsati, offre tutto l'occorrente per un sicuro trapasso auto inflitto e fa affari d'oro. Tutto va per il meglio per Mishima e sua moglie Lucrece fino a che non nasce il piccolo Alan che, con grande sconcerto dei suoi familiari, è affetto da un'incontenibile gioia di vivere e finirà per scompaginare le regole del gioco.

Realizzato con tecnica tradizionale e con qualche elemento di commedia musicale, La Bottega dei Suicidi è ovviamente un cartoon non tradizionale, ispirato all'umorismo macabro ma che diffonde, a modo suo, un messaggio rassicurante: la vita non è sempre bella ma è pur sempre meglio della morte.

Paolo Biamonte

{filmlink}9173{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter