Cinemaz logo
  • Recensioni

Bella Addormentata

bella addormentataIl nuovo film di Marco Bellocchio affronta, attraverso tre episodi, i temi suscitati dalla vicenda di Eluana Englaro. Nel cast Toni Servillo, Isabelle Huppert, Alba Rohrwacher, Maya Sansa, Gianmarco Tognazzi, Piergiorgio Bellocchio. 

Bella addormentata, il nuovo film di Marco Bellocchio in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, affronta da una prospettiva laica, ma aperta alla riflessione, i temi suscitati dalla lacerante vicenda di Eluana Englaro. In quei giorni del 2009, l'Italia trasformò una storia dolorosa in uno scontro feroce, con il governo Berlusconi sceso in campo con la stessa virulenza usata contro magistrati e comunisti a difesa della posizioni, ovviamente sostenute, con il tutto il peso che hanno nella politica italiana, dal Vaticano e dai movimenti religiosi per la vita. Dall'altra parte ovviamente la cosiddetta opposizione, i laici e chi ha cercato di difendere la battaglia di civiltà di Peppino Englaro, il padre di Eluana. Un episodio scioccante della recente storia italiana che Bellocchio tiene sullo sfondo, per affrontare i temi dell'eutanasia e persino del diritto a togliersi la vita attraverso tre episodi.

bella addormentata

Il primo ha per protagonista lo straordinario Toni Servillo (alla Mostra con due film) nel ruolo del deputato berlusconiano e laico che, segnato dalla morte della moglie per un male incurabile, affronta una crisi di coscienza per concedere al partito il suo voto per impedire l'interruzione dell'alimentazione forzata di Eluana. Sua figlia, Alba Rohrwacher, è un ultra cattolica che va a Udine (dove c'è la clinica che ospitava la Englaro) per manifestare e si innamora di un giovane, Michele Riondino, che sostiene posizioni opposte alle sue. Il deputato è diviso tra la consapevolezza che il suo voto farebbe piacere alla figlia e soprattutto al partito e la sua coscienza e il desiderio di essere per una volta indipendente.  

Isabelle Huppert è invece la protagonista del secondo episodio. E' una diva francese specializzata in ruoli estremi che, lacerata dai sensi di colpa, rinuncia a tutto per assistere la figlia che da anni è in stato vegetativo, trascurando i rapporti con il marito, Gianmarco Tognazzi, e con i figlio, aspirante attore, Brenno Placido. 

Il terzo episodio ruota attorno al rapporto tra un medico, Piergiorgio Bellocchio, e un'aspirante suicida tossicodipendente, Maya Sansa. La vicenda comincia quando il medico salva la ragazza che stava per suicidarsi: da quel momento decide di cercare di tenere lontano dalle sue pulsioni autodistruttive la ragazza che non è per nulla intenzionata a farsi salvare.

Paolo Biamonte

{filmlink}9001{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus