Cinemaz logo
  • Recensioni

Biancaneve e il Cacciatore

biancaneve e il cacciatore

Charlize Theron, Kristen Stewart, Chris Hemsworth, Bob Hoskins sono tra gli interpreti di questo originale adattamento di una delle fiabe più conosciute e raccontate della storia che vede la più giovane protagonista trasformata in una consapevole ragazza pronta alla guerra.

Biancaneve e il Cacciatore è un film che punta innanzitutto a sorprendere lo spettatore sul piano dell'esperienza visiva. Ma è anche un film realizzato con grande abilità e consapevolezza dell'ingombrante passato che c'è dietro una delle fiabe più raccontate, conosciute e cinematografiche della storia.

Rupert Sanders è un regista con un importante carriera televisiva alle spalle che dimostra dimestichezza e fantasia nel concepire universi immaginari. Ma altrettanta dimestichezza la dimostra con il passato cinematografico, da Disney al recente film con Julia Roberts e Anna Hathaway. Forte del successo del genere fantasy, Sanders recupera tutto il contenuto horror tipico del repertorio delle fiabe popolari, cui hanno attinto i fratelli Grimm. In questo senso ha fatto una scelta di casting a dir poco astuta, scegliendo per il ruolo della regina bella e cattiva una splendente Charlize Theron, per quello di Biancaneve la diva di Twilight, Kristen Stewart e, tanto per non sbagliare, per quello del cacciatore Chris Hemsworth, il Thor cinematografico. Veramente una delle scelte più raffinate è quella per gli otto nani (già: all'inizio sono otto, ridotti a sette dopo la morte di uno) che, debitamente lavorati attraverso la computer graphic, sono, tra gli altri, Bob Hoskins, Ian McShane, Ray Winstone, Nick Frost, Eddie Marsan, Toby Jones.

biancaneve e il cacciatore

La storia: Ravenna, la regina, è una donna di folgorante bellezza terrorizzata dalla vecchiaia. Per mantenersi giovane, si dedica a pratiche tipo magiare i cuori o bere il sangue di ragazze vergini. Dopo aver sposato e ucciso il padre, richiude Biancaneve ancora bambina in una torre. Diventata una ragazza, riesce a fuggire e si perde nel bosco incantato, un luogo spaventoso. Terrorizzata dal fatto che la sua prigioniera è l'unica donna in grado di essere più bella di lei, la regina mette sulla sue tracce un cacciatore vedovo e con problemi di alcool con il compito di riportarle il cuore della sua rivale. Ma il cacciatore si schiera dalla parte di Biancaneve insieme al principe.

A complicare ulteriormente i piani della regina c'è il fatto che Biancaneve nel frattempo è diventata un'esperta guerriera, oltretutto aiutata dai suoi diversi compagni d'avventura, una ragazza in grado di districarsi con la lotta ma anche con la relazione contemporanea con due spasimanti, un ruolo che curiosamente la Stewart affronta anche nel discusso adattamento di Sulla Strada.

La Regina, naturalmente, ha un rapporto molto intenso con lo specchio (protagonista di spettacolari trasformazioni) e ha poteri da strega ed è anche in grado di scatenare stormi di uccellacci neri anche loro capaci di trasformarsi in oggetti di morte.

Una considerazione finale: la Regina odia Biancaneve perché sembra l'unico essere femminile in grado di essere più bella di lei: siamo proprio sicuri che Kristen Stewart sia adatta a questo ruolo di fronte a Charlize Theron?

Paolo Biamonte

{filmlink}8926{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus