Cinemaz logo
  • Recensioni

Battleship - Il nemico alieno

Battleship

Peter Berg trasforma il gioco della battaglia navale in uno spettacolone alla Transformers. Con Taylor Kitsch, Liam Neeson, Brooklyn Decker, Rihanna, Alexander Skarsgard.


 

Trasformare in un film la battaglia navale (proprio quella, A4 - affondato!) è una sfida non da poco. Soprattutto se si ha intenzione di costruire una trama. Con Battleship la questione è risolta un po' in stile Transformers, con il regista Peter Berg che si ispira chiaramente al cinema di Michael Bay e mette in campo navi aliene, una dose super di effetti speciali, una colonna sonora piena di rumori, combattimenti spettacolari contro un nemico che attacca da tutte le parti (altrimenti che alieni sarebbero?).

Battleship

L'eroe della situazione è Alex Hopper-Taylor Kitsch un tipo con scarsa propensione al lavoro che grazie alla battaglia navale e alla sfida delle creature che vengono dallo spazio si trasforma in un guerriero capace di salvare il mondo. Attorno a lui ci sono un ammiraglio, Liam Neeson, una fidanzata fisioterapista Brooklyn Decker, un fratello comandante di una nave Alexander Skarsgard e Raikes, una super guerriera esperta di armi e compagna di college di Hopper, interpretata da Rihanna, la cui simpatia induce a fare il tifo per gli alieni. Comunque la star delle Barbados ha tenuto a farci sapere che lei aveva fatto addestramento militare che, pensa tu, le ha regalato la confidenza con le armi. Un particolare che dev'essere sfuggito agli extraterrestri.

Non c'è moltissimo d'altro da raccontare in un film del genere: è un giocattolo spettacolare con l'inevitabile tono epico che va preso per quello che è: intrattenimento tecnologico da blockbuster (il budget è sui 200 milioni di dollari).

Paolo Biamonte

{filmlink}8807{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus