• Recensioni

Paradiso Amaro - George è da Oscar

Paradiso Amaro

Alexander Payne dirige Gorge Clooney in Paradiso Amaro, un film ambientato nelle isole Hawai.


 

Quando la moglie entra in coma in seguito ad un incidente in barca al largo di Waikiki, Matt King (George Clooney), padre di due figlie, si troverà totalmente impreparato. Rimasto solo, cercherà di ricucire il rapporto con le figlie, la matura Scottie di 10 anni e la ribelle Alexandra di 17, dovendo allo stesso tempo decidere se vendere o meno la terra di famiglia, una striscia di spiaggia tropicale di inestimabile valore, che la famiglia King ha ereditato dai reali hawaiani e dai missionari.

Ma le difficoltà non finiscono qui: quando la figlia maggiore gli rivelerà che la mamma era con l'amante al momento dell'incidente, Matt prenderà in mano la situazione e partirà per un viaggio con le figlie alla ricerca di una nuova identità ... ma anche dell'amante della moglie.

Guarda le interviste!

Paradiso Amaro

Matt King, il personaggio interpretato da George Clooney, si inserisce perfettamente nel filone dei personaggi rappresentati da Alexander Payne nei suoi precedenti film: un uomo con i suoi difetti che cerca di andare avanti in un mondo di follie e sorprese, senza pretendere di essere un eroe ne' un antieroe. Payne continua a scegliere situazioni di vita quotidiana che combinano allo stesso tempo elementi comici e drammatici.

Paradiso Amaro è tratto dal romanzo di esordio di Kaui Hart Hemmings, The Descendants. Quando il regista lo ha letto è rimasto letteralmente folgorato. E' il ritratto di un uomo che ha ricevuto una notizia devastante, circondato da persone problematiche e difficili, costretto a prendere decisioni impossibili che avranno importanti ripercussioni sulla sua vita.

Il film è totalmente girato alle Hawai un’ambientazione diversa da quelle che si vedono solitamente al cinema, New York, Chicago, Los Angeles, Miami, Seattle. Alexandre Payne ha indiscutibilmente una predilezione per i film che vengono caratterizzati dal luogo in cui si svolgono.

The Descendants nasceva come racconto breve narrato dal punto di vista della figlia minore Scottie, ma in seguito l'autrice ha deciso di raccontare dalla prospettiva maschile e matura di Matt King. Questa decisione adottata anche nel film conferisce il giusto ritmo alla pellicola e rende il ruolo di Matt assolutamente perfetto per Clooney. E' la prima volta che l'attore americano si trova a interpretare la parte di un padre e marito ma forse questo film gli ha dato  l'occasione di regalare al grande schermo la migliore interpretazione della sua carriera.

 

{filmlink}8717{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter