• Recensioni

Il Gatto con gli Stivali

Il Gatto con gli Stivali

Arriva il cartoon che racconta la storia del felino che ha rubato la scena a Shrek. In un mix di Zorro, D'Artagnan, fiaba e western esce fuori una nuova star, lo scorretto, malavitoso Humpty Dumpty, l'ovetto con braccia e gambette umane.

Il Gatto con gli Stivali ha ripreso il centro del palco dopo aver rubato la scena ai suoi compagni di avventura in Shrek. Ora, sempre con la voce di Antonio Banderas (che lo doppia anche in italiano) approda non solo a un ruolo di protagonista ma addirittura al 3D.

Come avviene ormai abitualmente per le saghe di fantascienza, anche Puss in Boots, il suo nome inglese, viene messo in scena un prequel, nel senso che ci viene raccontata la sua storia prima di approdare dalle parti di Shrek.

E' divertente pensare che Il Gatto con gli Stivali sia arrivato al 3D dalle pagine di Giovanni Francesco Straparola, grande novelliere italiano vissuto tra il '400 e il '500 attraverso quelle di Grimm e Perrault. E che accanto a lui ci sia Humpty Dumpty, l'uovo dalle forme umane protagonista delle Filastrocche di Mamma Oca e amatissimo dai linguisti grazie al capitolo di cui è protagonista in Attraverso lo specchio e quel che Alice vi trovò di Lewis Carroll.

Il Gatto con gli Stivali

Una premessa importante perché nel film di Chris Miller Humpty Dumpty ha un ruolo e un impatto quasi pari a quello del protagonista. Lui e il Gatto sono cresciuti insieme in un orfanotrofio sognando di trovare un giorno i fagioli magici che possono crescere e portarli su in cielo fino all'oca dalle uova d'oro.

Dei due naturalmente il Gatto è quello più figo e più amato e l'ovetto, che nonostante braccia e gambe non è che abbia una gran autonomia, diventa presto un mezzo delinquente e per questo finirà per rovinare i rapporti con il suo fratellastro con gli stivali.

Di mezzo però ci si metterà Kitty Zampe di Velluto, una gattina irresistibile che non poteva non colpire il corazon del nostro eroe.

C'è molta avventura in questo film dove il Gatto è un po' Zorro, un po' D'Artagnan, un po' protagonista dei western di Sergio Leone in quel crossover spinto dei cartoon contemporanei dove non manca mai la fiaba.

Paolo Biamonte

 

{filmlink}8647{/filmlink}

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter