• Recensioni

Ho voglia di te - l'amore al tempo della De Filippi

ImageRiccardo Scamarcio e Laura Chiatti, la coppia di attori giovani più trendy del momento, sono i protagonisti del seguito di Tre metri sopra il cielo, i due film tratti dai libri di Federico Moccia, il guru della narrativa pop da centinaia di migliaia di copie.   

Ho voglia di te è un successo annunciato. Per quei pochi che non lo sapessero è il seguito di Tre metri sopra il cielo. Due titoli che rappresentano un vero e proprio fenomeno pop, visto che i libri di Federico Moccia stanno alla letteratura come la musica dei Take That sta al rock'n'roll. Resta il fatto che le vicende di Step, Babi e Gin, pubblicate da Feltrinelli, vendono a centinaia di migliaia di copie e già il film Tre metri sopra il cielo è stato un successone.
Aggiungete che Step e Babi sono rispettivamente Riccardo Scamarcio e Laura Chiatti, i due volti giovani più fighi del momento, e, se avete voglia di vedere il film, potete già mettervi in fila di fronte al cinema più vicino. O prenotare il biglietto.
E' ovvio che fenomeni di questo genere sono la manna per analisi di vario genere. Resta il fatto che quando un autore, un cantante o scrittore che sia, vende così tanto si può anche non apprezzare ma certamente non è possibile dire che non abbia ragione lui.
La trama di Ho voglia di te è avvincente come quella del suo predecessore. Dopo un soggiorno a New York, trascorso per dimenticare Babi, la ragazza che lo faceva camminare 'tre metri sopra il cielo', Step torna a Roma. Qui incontra Gin (diminutivo di Ginevra) ed è subito passione. Tutto sembra andare per il meglio tra Step e Gin fino a che il nostro eroe non viene invitato alla festa di un amico dove - colpo di scena! - incontra Babi. Nei due anni trascorsi la ragazzina dolce e innocente che gli aveva squagliato cuore e cervello è diventata - guarda tu - più donna, così sicura di se che si porta Step sulla spiaggia. Sotto la pioggia lo provoca, ma lui, pensando a Gin resiste, resiste, resiste fino a che, pur se squassato dai rimorsi cede. E' subito pentito. Babi, fredda come il ghiaccio, gli rivela che sta per sposarsi. Così in un colpo solo Step si trova di fronte al baratro di scoprire che la Babi che lui amava non esiste più e che non avrebbe mai voluto tradire Gin. Il rimorso gli fa confessare tutto e lei la prende malissimo.
Nel frattempo accadono due cose: leggendo il diario del suo nuovo amore, Step scopre che Gin lo ama da sempre e che forse il loro primo incontro non è stato casuale. Poi muore la madre di Step che nel frattempo era diventata amica di Gin.   
I due si vedono al funerale ma non si scambiano una parola: lei non riesce ancora a perdonare.
A Step non resta che compiere un gesto caro alla De Filippi e a Stranamore: scrivere sul muro di fronte alla casa di Gin. Ho voglia di te. Sipario.

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter