• Recensioni

Grey Knight - L'Esercito delle Tenebre (1993)

Indice articoli

Film: Grey Knight

Horror-western anni 90 sulle gesta di un battaglione sudista di "ritornanti".

 

Nel corso della guerra civile americana il capitano unionista John Harling è incaricato di stanare un distaccamento sudista, responsabile di efferati assalti compiuti con inquietanti modalità. Harling, affiancato dal prigioniero Strayn, capisce di trovarsi di fronte a una minaccia soprannaturale, un'entità maligna che ha trasformato i soldati nemici in un un'orda di zombi pronta a invadere il paese.

Curiosa opera poco vista e di scarsa reperibilità che, anche per questo, ha assurto nel corso degli anni uno status di (semi)culto per essere uno dei primi, concreti esempi di commistione tra horror e western. "Grey Knight", conosciuto anche come "Ghost Brigade", esercita un discreto fascino ma non è un grande film, anzi, penalizzato inoltre da tagli avvenuti in fase di post-produzione : la versione più diffusa è quella tagliata (guarda caso) e meglio conosciuta con il titolo di "The Killing Box", il recente (pessimo) dvd italiano completa un quadro confusionario offrendo la versione cut ma con il titolo originale, complimenti. E dire che l'inizio è di quelli tosti, in piena guerra secessionista con soldati crocefissi a testa in giù, mentre un sinuoso piano-sequenza illustra un ospedale da campo, disseminato di arti tranciati e secchiate di sangue, quasi che sembra di stare per davvero in uno dei migliori racconti di Ambrose Bierce.

Presto però tutto si appiattisce anche a causa di una fotografia, anonima e "sbiancata", ideale più per un telefilm; il regista George Hickenlooper è in pratica al primo film, dopo avere diretto alcuni importanti documentari, uno di questi é "Hearts of Darkness: A Filmmaker's Apocalypse" (1991) sul capolavoro di Coppola del 1979 che viene indicato come una delle influenze della pellicola, a rafforzare questa ipotesi la breve apparizione di Martin Sheen nelle vesti di un generale che incarica il sottoposto Harling a una delicata missione, con le debite proporzioni, una sequenza (omaggio) che sostituisce gli scenari del Vietnam con quelli dell'America di metà 800. Un altro particolare riconducibile al mitico film di guerra è l'espediente di una voce fuori campo, quella del capitano Harling, che più che altro si sente nei primi minuti. Il termine "The Killing Box", viene spiegato da una nota introduttiva presente nella versione cut (italiana), si riferisce a una tecnica militare di fuoco incrociato che non lascia scampo all'avversario, la stessa di cui rimane vittima un reparto di soldati sudisti.

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter