Cinemaz logo
  • Recensioni

Deranged (1974)

Film: Deranged

Ispirato alle tristi gesta di Ed Gein un film sporco e malato sepolto negli anni 70.

 

Ezra Cobb ha vissuto sotto l'ossessiva presenza della madre che lo ha sempre messo in guardia sul comportamento lascivo delle donne. Lo stato di solitudine di Ezra si aggrava alla morte della madre, evento che scatena nella sua mente strani pensieri scollegati dalla realtà. L'uomo comincia a profanare tombe e per la prima volta tenta dei contatti con l'altro sesso ma gli esiti sono tragici e sfociano in omicidi brutali, ignorati dalla comunità locale che scopre tardi la follia di Ezra.

Il nome di Ed Gein è legato ad alcuni dei più grandi horror mai realizzati, il serial killer americano arrestato nel 1957 in Wisconsin ha ispirato infatti "Psyco" (1960) di Alfred Hitcock, "Non Aprite Quella Porta" (1974) di Tobe Hooper e "Il Silenzio degli Innocenti" (1991) di Johnathan Demme. Non si tratta di uno dei più attivi serial killer della storia, a suo carico sono imputate solo poche vittime, ma l'ombra di Ed Gein impressiona ancora per le modalità di esecuzione e fantasia deviata a base di cannibalismo e travestitismo, quest'ultimo applicato anche con i resti delle sue vittime (la tristemente famosa "face mask" di pelle umana). "Deranged" è un film meno noto, sicuramente anche il meno fortunato, dedicato alla follia di Ed Gein, una piccola produzione indipendente finanziata anche dal regista di "Black Christmas"(1974) Bob Clark (non accreditato), che riesce a fare assaporare il gusto sgranato e oltraggioso degli anni 70, la sua scarsa diffusione inoltre mantiene ancora l'alone di opera maledetta.

Il film diretto da Jeff Gillen e Alan Ormsby ha la particolarità di essere molto fedele alla materia trattata, altra differenza con gli illustri diretti concorrenti, cambiano i nomi dei personaggi e luoghi ma appare evidente l'aderenza alla storia vera di Ed Gein. Lo stile documentario adottato è singolare, nel corso della pellicola appare uno speaker che introduce la storia come in un reportage giornalistico, quasi come un'entità incorporea che i protagonisti non possono percepire. "Deranged" verte in gran parte sulla straordinaria performance di Roberts Blossom nel ruolo di Ezra Cobb, un uomo già maturo in lotta con i fantasmi della mente, disturbato nei comportamenti e con gravi problemi di relazioni sociali che l'attore restituisce con credibilità e partecipazione al punto che non è difficile provare, anche se per un solo momento, la terribile sofferenza e solitudine che lo attanagliano. "Deranged" esce nel 1974 come "Non Aprite Quella Porta", il destino dei due film è ben conosciuto e tutto a favore del film di Hooper, hanno in comune una certa "sporcizia" estetica e alcune scene molto simili: la vittima costretta a cenare intorno a un tavolo occupato da cadaveri.

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus