• Recensioni

Benvenuti a Zombieland (2009)

Film: ZombielandUna delle sorprese al box office USA della scorsa stagione, una commedia-horror piena di zombi e ironia. Gli Stati Uniti sono ridotti in ginocchio da una piaga che trasforma gli uomini in zombi, alcuni sopravissuti tentano una fuga in mezzo a città distrutte e strade in fiamme, tra questi vi sono un timido adolescente e un uomo dai modi bruschi che uniscono le forze per raggiungere una zona non contaminata.

Lungo la strada i due incontrano due ragazze che sono causa di nuovi problemi, dopo alcune vicissitudini e peripezie il gruppo decide di raggiungere Los Angeles.

Una buona stagione ricca di titoli per gli zombi al cinema, ancora in corso con lo spettacolare "Resident Evil Afterlife" in programmazione e il selvaggio "The Horde" in arrivo, segnata un anno fa dal successo di "Benvenuti a Zombieland" in U.S.A. dove è riuscito a racimolare cifre al botteghino davvero invidiabili. Con circa un anno di ritardo e senza passare dalle sale arriva direttamente in dvd/blu ray questa commedia horror dal sapore teen(agers), del resto i protagonisti sono dei ragazzini, spesso accostata all'exploit inglese "L'alba dei morti dementi", il titolo italiano demenziale di "Shaun of the dead" (2004), dai simili toni leggiadri che però era costruito intorno a un gruppo di trentenni, differenza non da poco. La pellicola diretta da Ruben Fleischer infatti si regge sul canovaccio, più che rodato, riguardante i desideri e aspirazioni del giovane protagonista inesperto/nerd di turno che si ritrova eroe suo malgrado, in poche parole il tema del 50% delle commedie adolescenziali americane o poco ci manca.

In realtà l'attore Jesse Eisenberg ("The Social Network"), che interpreta il protagonista Columbus, ha già i suoi 27 anni che però non dimostra affatto, sembra infatti il classico ragazzino problematico e disadattato molto caro al cinema yankee, sua è la voce-off che introduce la vicenda inserita nel caos degli Stati Uniti invasi dagli zombi: nonostante nei titoli di testa ,sottolineati dalla "For who the bell tolls" dei Metallica, le scene siano piuttosto cruente con gente insanguinata e aggressioni in corso, emerge lo stato d'animo ilare nella descrizione delle regole basilari per sfuggire gli zombi e salvare la pelle. I primi 10 minuti sono cosi occupati da alcuni buffi intermezzi, un omone in sovrappeso inseguito da uno zombi oppure lo sgradevole incontro ai danni di un tizio seduto sulla tazza di un bagno, che con l'aiuto di sovraimpressioni giganti indicano quello che si deve fare o meno in presenza di zombi nelle vicinanze. L'inizio quindi è piuttosto divertente, anche inedito per certi versi, poi l'effetto sorpresa scema quasi subito anche perché le trovate si esauriscono presto e si ripetono, didascalie comprese, lungo tutto il film.

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter