• Recensioni

Mangia, Prega, Ama - Il viaggio di Julia

Film: Mangia, Prega, Ama

La Roberts è la protagonista di questo film tratto da un clamoroso best seller che racconta la storia di una donna che, in fuga da un matrimonio naufragato e da un amore in declino, viaggia per un anno tra l'Italia, l'India e Bali. Con Javier Bardem.

 

Mangia, Prega, Ama (Eat, Pray, Love) è tratto dal libro di Elizabeth Gilbert molto amato da Oprah Winfrey che è stato più di tre anni in testa alla classifica dei best seller del New York Times. Inutile dire dunque che il film è uscito nelle sale americane potendo contare su un enorme pubblico di fan, in gran parte femminile.

Il libro, evidentemente autobiografico, racconta la storia di una donna che, per sfuggire a un matrimonio naufragato e a una relazione che non la coinvolge più (nel film l'innamorato è Billy Crudup), si concede un anno sabbatico tra l'Italia (Mangia), l'India (Prega) Bali (Ama).

Il vero colpo è stato affidare il ruolo di Liz, la protagonista, a Julia Roberts, che tra le superstar della Hollywood di oggi, è tra le pochissime in grado di spargere luce attorno a se, sia quando è impegnata in una commedia che quando è alle prese con un film drammatico.

In ciascuna tappa del viaggio Liz incontra un uomo che le fa compagnia e al tempo stesso le da dei consigli per il suo percorso personale. A Roma, per esempio, c'è Luca Argentero, nei panni di un tifoso della Roma (ma nel libro, e nella realtà, il personaggio che si chiama Luca Spaghetti ed è amico della Gilber tifa Lazio e non ha preso affatto bene il cambio di maglia del film) che condivide epiche quanto scenografiche mangiate con Liz-Julia. Poi sulla sua strada, che tocca anche Napoli, incontra James Franco. Qualunque persona normale che mangia la roba che ingurgita Liz tra Roma e Napoli peserebbe 100 chili, ma qui siamo a Hollywood e c'è Julia Roberts, mica per niente.

In India ovviamente la sua attività principale sarà scoprire i segreti della meditazione e anche qui sui suoi passi c'è un uomo di grande fascino, un texano barbuto interpretato da Richard Jenkins.

Film: Mangia, Prega, Ama

Ma naturalmente, come in un menu, il meglio arriva alla fine quando Liz è a Bali e incontra Javier Bardem, che al contrario di quanti l'hanno incontrata prima, si fa una storia con la super affascinante protagonista. Prima però rivede un suo vecchio amico consigliere e conosce anche un guaritore-filosofo.

Mangia, Prega, Ama non è sicuramente un film che ambisce ad andare in profondità (e se lo avesse fatto il libro non avrebbe avuto lo stesso successo). Le locations sono spettacolari, gli attori bravi, i dialoghi innocui ma così ben confezionati da far trascurare alcune piccole incongruenze tipo il fatto che il guaritore-filosofo fa opera di divinazione su cose che le sono state dette da Liz e che Bardem prima dice di fare import-export perché è un lavoro che si può fare dovunque, poi dice che sta a Bali perché è li che lo conduce il suo lavoro.

Ma guardare un film del genere con un occhio troppo attento alla realtà non serve a molto. In realtà questi sono prodotti pensati come un Baedeker per far commovuore, dare un'occhiata a posti affascinanti e godersi lo spettacolo di una star capace di illuderti che tutto quello che scorre sullo schermo può capitare anche a te. Soprattutto se è confezionato da un regista come Ryan Murphy che in tv ha firmato Glee e Nip/Tuck.

Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter