Cinemaz logo
  • Recensioni

The American - Il killer che cerca la pace in Abruzzo

Film: The American

George Clooney è il protagonista del secondo film di Anton Corbjin, fotografo superstar che ha diretto Control, il biopic su Ian Curtis. Un omicida di professione si rifugia sulle montagne attorno all'Aquila e cerca la pace attraverso l'incontro con una prostituta e un prete. Ma il passato ritorna. Con Violante Placido e Paolo Bonacelli.

 

The American è un bel film girato da una star dalla personalità non banale, George Clooney, in una location piena di significati, l'Abruzzo, diretto da Anton Corbjin, superstar della fotografia con alle spalle un'esperienza da regista, Control, straziante biopic in bianco e nero su Ian Curtis, il leader suicida dei Joy Division.

Tratto da un romanzo di Martin Booth, A Very Private Gentleman, The American è la storia di Jack, un killer professionista che dopo una missione particolarmente dura, si rifugia in Abruzzo in cerca di pace. Nonostante il suo desiderio di rendersi irreperibile, viene contattato dal suo committente che gli da il compito di costruire un micidiale fucile di precisione che non sarà lui a usare.

Nella pace delle montagne abruzzesi, farà due incontri decisivi: quello con la prostituta Clara e quello con un prete.

Film: The American

In buona sostanza quella di Jack diventa la classica storia di un uomo che avendo vissuto uccidendo, cerca in qualche modo di redimersi, sia cercando la pace con Clara sia nel rapporto con il prete. Il tutto con una costruzione che, sono parole di Corbjin, ispirata agli spaghetti western. "Penso che The American si avvicini a Control nel tentativo che il protagonista fa di cambiare vita, e alla domanda su come puoi provare a fare del bene dopo aver fatto molto male - dice il regista - "Non ho visto poi così tanti film in vita mia, ma i western mi hanno lasciato qualcosa dentro, soprattutto gli spaghetti western. Le storie, la morale, mi hanno sempre attratto. Anche qui uno straniero arriva in un piccolo paese e crea dei legami con un paio di persone locali, poi, però, il suo passato viene a galla...".

Se Clooney è un interprete misurato ed efficace, capace di sfuggire alle tentatzioni retoriche del finale, Violante Placido è un'intensa Clara mentre Paolo Bonacelli nel ruolo del prete dimostra tutta la sua statura di interprete di classe.

Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus