• Recensioni

Scontro tra Titani - Liberate il Kraken

Film: Scontro tra Titani

Il remake del film del 1981 è un trionfo di effetti speciali che gira in chiave fantasy la sfida di Perseo agli dei dell'Olimpo che per non scatenare contro la città di Argo un mostro marino pretendono la vita di Andromeda. Con Sam Worthington, Liam Neeson, Ralph Fiennes.

 

In questo momento a Hollywood va di moda la mitologia greca. E' bene chiarire subito che se qualcuno si azzardasse a raccontare gli dei dell'Olimpo in questo modo in una qualsiasi aula scolastica sarebbe espulso. Scontro tra Titani in realtà è un rifacimento del film diretto nel 1981 da Desmond Davis con Lawrence Olivier nei panni di Giove e i mostri e gli effetti speciali in stop motion di Ray Harrysausen che hanno fatto epoca. Ovviamente 30 anni dopo il kolossal diretto da Louis Leterrier è un trionfo di computer graphics.

Il film funziona così: sull' Olimpo Ade-Ralph Fiennes, che in realtà trama contro suo fratello Zeus-Liam Neeson, ce l'ha con gli abitanti di Argo che gli mostrerebbero poco rispetto. Convince allora Zeus a lanciargli contro una di quelle minacce che poi per venirne fuori ci vuole un eroe: scatenargli contro il Kraken, un terrificante mostro marino, preso in prestito dalla mitologia norrena (i Vichinghi), essenzialmente un calamarone gigante (tipo quello che avvolge la nave di Johnny Depp nei Pirati dei Caraibi) in grado con i suoi tentacoli di distruggere la città. Per scongiurare il pericolo del Kraken gli umani hanno una sola possibilità: sacrificare Andromeda (Alexa Davalos), la bella principessa figlia del Re.

Film: Scontro tra Titani

Ditemi voi se qui non ci vuole un eroe. Per combattere il Kraken, e molti altre creature spaventose, dalla Medusa agli scorpioni giganti in stile Transformers, scende in campo Perseo-Sam Worthington, ormai il volto simbolo dei kolossal action, dopo Terminator: Salvation e Avatar. Perseo è un semidio, nato da una notte di Zeus con una donna umana, e ce l'ha con Ade perché lo ritiene responsabile della morte dell'adorato padre adottivo (Pete Posthethwaite). In più ha deciso di vivere da umano, ben contento del suo status di pescatore. Nessuna sorpresa dunque che sfidi gli dei e, insieme all'inevitabile manipolo di coraggiosi (non si dice così?), di cui fa parte la bella e ben palestrata Io-Gemma Arterton, con cui Perseo, nonostante tutti gli scontri che deve affrontare, trova il tempo di avere una romance.

Inutile dire che il clou avviene dopo che il barbuto Giove-Leeson libera il Kraken.

Da un punto di vista tecnico gli effetti speciali sono davvero spettacolari e non manca neanche l'ironia nei confronti del film del 1981, con il cameo del gufo meccanico che era il personaggio-macchietta del film del 1981.

Gli attori, compresi due interpreti del livello di Liam Neeson e Ralph Fiennes, recitano ben consapevoli che si tratta di un film indirizzato ai ragazzini (ma può essere divertente per tutti se non si cercano significati profondi) dove lo spettacolo non è certo nella qualità delle interpretazioni.

Quanto al 3D è stato aggiunto dopo per sfruttare l'onda lunga di Avatar. Scontro tra Titani in realtà è stato girato in 2D e la visione con gli occhiali speciali è stata considerata, America compresa, meno efficace di quella tradizionale.

Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter