Cinemaz logo
  • Recensioni

House - Hausu (1977)

Film: Hausu

Horror-pop giapponese ambientato in una casa infestata. Un film unico nel suo genere.

 

Giappone, 1977. La studentessa Oshare, detta "Angel", invita sei amiche a trascorrere le vacanze nella casa di campagna di una zia che non vede da quando era bambina. Le ragazze ignorano che da anni grava sulla casa una maledizione, nata ai tempi della Seconda Guerra Mondiale quando il promesso sposo della zia risultò disperso in battaglia, un malefico incantesimo che attira le giovani non ancora convolate a nozze per "mangiarsele".

Uno di quei titoli ancora sepolti e dimenticati che riaffiora di tanto in tanto nei timidi passaparola, e che solo di recente beneficia di un'uscita in dvd di tale nome (al momento non in Italia, chiaro), un'opera che lascia sbalorditi per freschezza e lungimiranza di stile nella messinscena e di linguaggio, un vero e proprio modello d'avanguardia sbucato nel 1977 in Giappone, una volta tanto si può affermare senza passare per esagerati: un film avanti di decenni. "House" è il debutto sulla lunga distanza di Nobuhiko Obayashi, un regista proveniente dal mondo pubblicitario, un'influenza che deve avere pesato sul concept artistico dinamico e colorato della pellicola. La curiosità maggiore è però riposta nella genesi della storia, ispirata dagli incubi della figlia del regista che, ai tempi poco più di una bambina e traumatizzata da "Lo Squalo" (1975) di Spielberg, immagina una casa e oggetti comuni come gli specchi (scena riproposta nel film) che mangiano le persone.

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus