• Recensioni

Saint Ange (2004)

Saint AngeIl primo film di Pascal Laugier, il regista dell'horror-shock "Martyrs", è una ghost-story ambientata negli anni 50.

1958, Alpi francesi. La giovane Anna giunge come donna delle pulizie presso il "Saint Ange", un orfanotrofio che sta per chiudere i battenti. Nel vecchio edificio la rigida direttrice lascia la ragazza in compagnia dell'anziana cuoca Helenka e di Judith, un'orfana con disturbi mentali. Anna nasconde una gravidanza che le procura dolori lancinanti tenta quindi di distrarsi con il duro lavoro ma inizia anche a percepire strane presenze, avvenimenti inspiegabili e sfuggenti che inducono la ragazza a indagare sull'oscuro passato dell'orfanotrofio. Lo scarso riscontro di critica e pubblico ottenuto da "Saint Ange" è stato smaltito dal regista Pascal Laugier solo dopo alcuni anni, almeno quattro, sino all'uscita di quell'autentico colpo allo stomaco che porta il nome di "Martyrs" (2008), considerato dall'autore come una vera e propria valvola di sfogo per tutte le energie negative accumulate. Laugier beneficia delle conoscenze giuste all'inizio del decennio nella persona di Christophe Gans che vede in lui una giovane promessa, il regista di "Crying Freeman" (1995) lo vuole sul set de "Il patto dei lupi" (2001) per la realizzazione di un corposo making of della pellicola. Nel 2004 Gans è il produttore dell'esordio sulla lunga distanza di Laugier: il gotico "Saint Ange".

Etichettato con uno dei peggiori termini possibili per un film horror, ossia "lento", l'opera di Laugier fatica sin da subito a trovare una coesione di fondo e concede poco alla tensione soprattutto nella prima parte di pellicola, il regista punta tutto, forse anche troppo, sull'atmosfera decadente dell'orfanotrofio abbandonato tanto da dimenticarsi di inserire qualche momento forte che desti l'attenzione: in "Saint Ange" non vi sono scene di morte violenta o omicidi. E' una storia di fantasmi di stampo classico che lascia però intravedere una visione personale pessimista e terrificante che verrà sviluppata con effetti devastanti nel successivo "Martyrs".

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter