• Recensioni

Il profumo della signora in nero (1974)

Il Profumo della signora in nero

Uno dei migliori thriller-horror italiani degli anni 70 è questo esordio alla regia di Francesco Barilli.

Silvia (Mimsy Farmer) è una giovane donna con un incarico importante in un laboratorio di biochimica a Roma, la ragazza è traumatizzata sin dall'infanzia per la morte prematura della madre deceduta in circostanze poco chiare.

Una sera la ragazza, insieme al fidanzato, partecipa a una seduta spiritica organizzata da un conoscente della coppia, uno studioso senegalese esperto di magia nera africana, al termine della quale inizia per Silvia una discesa verso la pazzia e la sensazione di essere al centro di un'oscura macchinazione.

 

Gli accostamenti a titoli come "Repulsion" (1965) e "Rosemary's baby" (1968) utilizzati per descrivere "Il profumo della signora in nero" non possono fare altro che deporre a favore di Francesco Barilli, un regista all'esordio capace di anticipare addirittura il maestro Roman Polanski de "L'inquilino del terzo piano" (1976) non solo per diverse situazioni simili ma anche per la tematica di fondo intorno a una società subdola che prima di colpire la vittima designata la corrode nello spirito.

La delusione che in molti hanno provato nel visionare il film deriva forse dal distacco attuato da Barilli verso gli standard imposti da Dario Argento ("L'uccello dalle piume di cristallo") in quel periodo, anche se la protagonista, la bella e bionda Mimsy Farmer, arriva proprio da uno dei primi film del Re del "Giallo", "4 mosche di velluto grigio" (1971), la pellicola è un horror d'atmosfera in cui sono previsti rari momenti di violenza , compare solo un delitto "argentiano" inferto con una mannaia da macellaio, mentre è il finale a determinare con i suoi picchi di ferocia inusuali l'entrata di "Il profumo della signora in nero" nel novero delle opere indimenticabili del cinema horror italiano.

Pubblicato in Recensioni

Tags: Horror

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter