• Recensioni

X Men le origini - Wolverine - Come un anti eroe

wolverine_hpHugh Jackman è il protagonista di questo kolossal da 180 milioni di dollari che racconta il passato della star del gruppo di mutanti della Marvel. Con un cameo del grande Stan Lee.

X Men le origini - Wolverine è uno dei film più attesi della stagione. E anche la nuova prova spettacolare di Hugh Jackman, che ne è anche il produttore, indiscutibilmemnte una delle nuove super star di Hollywood, un uomo versatile, simpatico, affascinante, persino bravo cantante.
Come ormai saprete, non si tratta del quarto capitolo della saga degli X Men, il gruppo di mutanti della Marvel, ma piuttosto di uno spin off che racconta proprio come il più bravo e famoso (ma sicuramente non il più simpatico) del gruppo, Wolverine, diventi un super eroe.
Quindi si punta sul suo passato, su come un ragazzino dotato di poteri speciali si trasformi in un mutante dotato di artigli e per giunta super eroe sul suo rapporto con Victor Creed e sul misterioso programma Arma X.
Film: X Men le origini - Woverine
“Wolverine è un buon ragazzo, non è simpatico. Dopo averlo interpretato varie volte ho pensato che è una sorta di archetipo a metà strada tra l'ispettore Callaghan, Han Solo e Mad Max" ha spiegato Jackman che poi ha aggiunto:
"Wolverine è un duro, è il migliore in quello che fa, non si preoccupa di nulla,un antieroe,  ma in questo nostro film emerge il conflitto tra l’essere umano e il mutante. Grazie anche al fatto che si innamora follemente di una donna. Wolverine si disprezza e proprio per questo si mette in gioco, si auto-analizza. Cerca di socializzare con gli altri esseri che poi diventeranno mutanti, e non vuole più essere il cavaliere solitario che non ha bisogno di chiedere niente a nessuno. Qui sta il cuore del film, Wolverine rompe questa tradizione, vuole una catarsi, un riscatto. E’ Victor, suo fratello, che è veramente cattivo, a rappresentare la tragedia nel film".
Costato 180 milioni di dollari, X Men le origini - Wolverine è stato girato durante quattro mesi di riprese da Gavin Hood, premio Oscar per Il suo nome è Tsotsi.
Oltre all'australiano Jackman, il film vanta un cast ricco: Liev Shraber nel ruolo del rivale Victor, Danny Huston (William Stryker), Ryan Reynolds (Wade Wilson/ Deadpool) e Dominic Monaghan (Barnell Bohusk/Beak). Immancabile il cameo di Stan Lee.
Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter