• Recensioni

Duplicity - Le spie che si amano

Film: DuplicityJulia Roberts e Clive Owen sono le star di questo film di Tony Gilroy, regista di Michael Clayton e autore della trilogia di Bourne, che mescola in modo magistrale spionaggio e azione alla commedia sofisticata.

Duplicity è una perfetta combinazione tra un fim di spionaggio e una commedia sofisticata, con tanta azione, humour e implicazioni sentimentali varie.
Lo firma Tony Gilroy, l'autore della trilogia di Bourne e regista di Michael Clayton. Le star sono Julia Roberts e Clive Owen, una scelta di cast perfetta per un film che utilizza una narrazione con salti temporali alla Bourne, alcune tecniche della migliore produzione televisiva e ha una sceneggiatura d'alto livello, che spiazza di continuo lo spettatore, lo sorprende e lo diverte senza mai mollare la tensione. Duplicity è il titolo giusto per un film dove non si è mai sicuri di niente e di nessuno, dove ogni verità ne nasconde o può nasconderne un'altra, dove i personaggi non si fidano di nessuno e, spesso, fanno bene.
Julia Roberts è Claire Stenwick, un'agente della CIA mentre Clive Owens è Ray Koval, che invece è alle dipendenze del britannico MI6.I due si incontrano in missione e hanno una storia che lascia diverse cose in sospeso. Qualche anno dopo si rincontrano: entrambi hanno lasciato il mondo degli agenti segreti e, guarda caso, sono i responsabili della sicurezza di due colossi farmaceutici in feroce concorrenza tra loro. Chiamati a impadronirsi di una scoperta prima dei concorrenti, i due si rimettono insieme e mettono in moto un piano per fregare i datori di lavoro e spassarsela.

Film: Duplicity


Questa è in estrema sintesi la trama che è davvero troppo ricca di eventi e colpi di scena per essere raccontata. Ma non si può tacere il fatto che il rapporto tra Claire e Ray corre via sul filo della commedia sofisticata, con frequenti bevute tipo Uomo ombra, battute e il gusto un po' perfido di lei di mettere lui in situazioni imbarazzanti. Senza contare il fatto che, da brave ex spie, nessuno dei due è mai sicuro fino in fondo se può o meno fidarsi dell'altro.
D'altra parte è proprio questo uno dei temi di un film che parlando di industrie farmaceutiche, spie e dintorni non racconta certo il mondo delle fate.
E non sono certo fate quelli che si ritrovano alle calcagna Claire e Ray quando il loro gioco viene scoperto prima di un finale che chiude nel modo migliore un film davvero di alto livello.

Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter