• Recensioni

The Wrestler - Tutti in piedi per Mickey

Film: The Wrestler

L'ex divo di 9 settimane e mezzo è lo splendido protagonista di questo film che racconta il malinconico declino di una vecchia star del wrestling. Con Marisa Tomei, Evan Rachel Wood e la canzone di Bruce Springsteen.

Con tutto il rispetto per Sean Penn, all'Oscar ho fatto il tifo per Mickey Rourke. Uno che ce l'ha messa tutta a demolirsi la carriera e la vita, facendosi spappolare la faccia in incontri di pugilato di serie C e finendo a vivere come un barbone. Che Mickey fosse uno specialista di ritratti di looser e maledetti lo sappiamo dai tempi di Rusty il selvaggio e Homeboy (riascoltatevi la colonna sonora di Eric Clapton) ma con The Wrestler fa uno scatto in più: mette in scena se stesso con l'ironia dolente di un Marlowe all'ultima indagine e il coraggio di chi è sopravvissuto al buio delle backstreets. Il botulino e la chirurgia plastica a lui sono serviti per riavere una faccia, mica per sfidare le rughe. E il fatto che oggi somigli al ritratto cubista del divo degli Anni '80 sembra la vendetta contro lo yuppie di 9 settimane e mezzo che è stato la sua dannazione. I Golden Globe, il Leone d'Oro e la Coppa Volpi sono i giusti riconoscimenti per un film bello e commovente e una performance d'attore fuori dal comune.

Film: The Wrestler

The Wrestler è la storia di Randy 'The Ram' Robinson, un divo del wrestling degli Anni '80 che oggi sbarca il lunario esibendosi nelle palestre dei licei e nei ring di provincia del New Jersey. La sua vita è nel brivido del combattimento e nel legame con i pochi fan che gli sono rimasti. Per questo si allontana dalla figlia Evan Rachel Wood. Un giorno viene colpito da un infarto durante un match e il medico lo costringe a smettere con il wrestling e gli steroidi. Il buon Randy, che si definisce 'un pezzo di carne maciullata' tenta di ricostruirsi una vita, si mette a lavorare in una tavola calda e incontra una spogliarellista non più giovanissima, Marisa Tomei che lo convince a riavvicinarsi alla figlia. Randy ce la mette tutta per diventare 'un uomo migliore' ma la vita normale, si sa, è più complicata di un incontro di wrestling. E il richiamo del ring è troppo forte: così decide di tornare nei panni di 'The Ram' per l'ultima volta, in un match di rivincita contro il suo avversario storico, l' Ayatollah.

Darren Aronofsky confeziona un film-ballata in cui la vita e le sconfitte sono più importanti dello spettacolo del wrestling, Mickey Rourke ci regala un personaggio memorabile che la canzone di Bruce Springsteen ha già consegnato alla poesia.

Paolo Biamonte

 

Pubblicato in Recensioni

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004
Il servizio di prevendita e prenotazione di Cinemaz.com utilizza il sistema di biglietteria SIAE Point Break
Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+
Seguici su Facebook
Seguici su Twitter