Cinemaz logo
  • Recensioni

L'uomo senza ombra (2000) di P.Verhoeven

hollow manTit.originale: Hollow Man
Paese: USA/Germania

Un tripudio di effetti speciali diretto da Paul Verhoeven che rivisita uno degli archetipi del cinema fantastico: l'uomo invisibile. Il Dott. Sebastian Caine ([[Kevin Bacon]]), insieme alla sua equipe di giovani scienziati, conduce un esperimento segreto finanziato dal Pentagono, volto alla scoperta di un siero che permette di rendere invisibili i tessuti organici. Dopo avere effettuato con successo dei test con degli animali, lo spregiudicato Caine tenta su se stesso il siero miracoloso: le conseguenze determinano un cambiamento nell'uomo che utilizza i nuovi poteri per scopi malvagi.

Buona parte del budget di produzione (95 milioni di $) de L'uomo senza ombra sono stati investiti nel comparto degli effetti speciali digitali, capaci di rendere il film ipnotico e con una particolare propensione macabra-psichedelica: i cromatismi intensi dei tessuti organici che, gradatamente compaiono/scompaiono grazie al misterioso siero, si irradiano luminosi negli asettici e freddi sotterranei del laboratorio segreto.

Impressionanti scarnificazioni, liquidi fosforescenti che disegnano percorsi arteriosi, esposizione delle ossa, la trasformazione che necessita un corpo per diventare invisibile è lenta e dolorosa, lo prova sulla sua pelle (è proprio il caso di dire!) il Dott. Caine, interpretato alla grande da Kevin Bacon ([[Mystic River]], [[Echi mortali]], Death Sentence), bravo a delineare un personaggio antipatico, spinto da un'ambizione smisurata anche al costo di infrangere le regole della natura, in pratica rielaborando il modello intramontabile dello "scienziato pazzo".

[[Paul Verhoeven]] dal canto suo è meno incisivo che in altre occasioni ([[Starship Troopers]], [[Robocop]], L'amore e il sangue), ma si può riconoscere la mano del regista nella discesa verso il male che coinvolge il protagonista e il ricorso a pruriti sessuali più o meno espliciti, da quest'ultimo punto di vista si ricordano almeno due sequenze in cui Caine agisce da uomo invisibile: una delle assistenti del laboratorio che viene palpeggiata ad un seno mentre dorme, la scena della molestia sessuale ai danni della bella e nuda vicina di casa ([[Rhona Mitra]] splendida) del temerario scienziato.

Tra gli interpreti principali figurano anche [[Elizabeth Shue]] (Link, [[Via da Las Vegas]]), ex-compagna di Caine divenuta l'amante del giovane assistente Kensington, impersonato da [[Josh Brolin]] ([[Planet Terror]], [[Non é un paese per vecchi]], entrambi si trovano coinvolti in una situazione sfuggita di mano, in lotta contro un nemico che non possono vedere, affrontato in un finale altamente spettacolare e cruento.

Non particolarmente originale e poco sviluppato dato l'alto potenziale della vicenda, L'uomo senza ombra, rimane comunque un godibile film di genere, piuttosto tenebroso e per certi versi cattivo e divertente. Il film ha avuto anche un sequel di scarso interesse L'uomo senza ombra 2, recentemente é uscita in dvd la director's cut del film.

Rating: 7/10

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Fantascienza, Fantasy

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus