Cinemaz logo
  • Recensioni

Six String Samurai (1998) di L.Mungia

six string samuraiTit.originale: Six-String Samurai
paese: U.s.a.

Post-apocalittico film a base di rock'n'roll, spade e follia. Dopo un conflitto termo-nucleare i russi hanno il dominio del mondo ormai ridotto ad una landa desertica. L'ultima roccaforte americana è Lost Vegas, dove viene tenuto un concorso per proclamare il nuovo re del rock'n'roll. Buddy è un chitarrista-rocker-samurai che decide di raggiungere la città, non prima di avere incontrato orde di mutanti, bande selvagge di rockabillies, battaglioni russi.. e la morte in persona, nelle sembianze di un chitarrista heavy metal.

Piccolo grande film misconosciuto, diretto da [[Lance Mungia]] nel 1998 che omaggia, a piene mani, la trilogia di "[[Mad max]]" e gli swordplay orientali, prima ancora che questa fosse una moda, con un piglio decisamente sarcastico e leggero. Il protagonista è un rocker occhialuto (un evidente omaggio al mitico [[Buddy Holly]]), armato di una katana e di una chitarra, lungo il suo perigrinare incontra un orfano pestifero, deciso a tutto, pur di seguirlo a Vegas.

Colpi di kung fu, duelli con spade, killer armati di birilli da bowling , nani con bandana, soldati pazzi, mostri "degli spinaci", ecc. si susseguono frenetici in "[[Six string samurai]]", un film che evidenzia comunque il suo low-budget, difatti si intuisce sin dalle prime immagini che non si è al cospetto di un blockbuster, ma questo non impedisce a Mungia, a differenza di tanti film ben più sfarzosi, di mostrare una sua poetica, quasi struggente  (si veda il malinconico finale).

La pellicola, inoltre, può risultare come un ironico omaggio "post-atomico" alla serie "[[lone wolf and cub]]", dato che i protagonisti, come nella famosa serie giapponese, sono un uomo e un bambino alle prese con i più disparati pericoli e situazioni limite. Menzione particolare per la bella colonna sonora firmata dai [[Red Elvises]], rockabilly-surf-n-roll, in "onore" a Lenin. In seguito Mungia ha diretto solo il deludente "[[The Crow: Wicked Prayer]]"(2005).
Un gioiellino.

Rating: 7/10

 

Pubblicato in Recensioni

Tags: Fantascienza, Fantasy

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus