Cinemaz logo
  • Recensioni

Il Diritto di Contare

Il Diritto di Contare

In sala dall'8 marzo il film di Theodore Melfi candidato all'Oscar.

Finalmente al cinema Il Diritto di Contare omaggio al mondo femminile con protagoniste Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe, affiancate da Kevin Costner e Kirsten Dunst.

Il Diritto di Contare narra la storia, vera e poco conosciuta, di un team di matematiche afro-americane della NASA che hanno svolto un ruolo fondamentale nello sviluppo dei programmi spaziali statunitensi negli anni della Guerra Fredda e della competizione con l'Unione Sovietica per la conquista dello spazio.

Il film di Melfi in realtà, viaggia su un doppio binario: da un lato si racconta l'eccezionale apporto scientifico dato da queste tre donne, dall'altro si sottolinea il loro contributo decisivo per il riconoscimento della parità di diritti e opportunità al genere femminile.

La duplice valenza è espressa già nel titolo originale Hidden Figures (Figure Nascoste), gioco di parole che volutamente vuole esprimere un dualismo concettuale.

Se da un lato le "figures" rappresentano le donne che hanno combattuto per uscire dall'oblio che veniva loro imposto a causa del sesso e del colore della pelle, dall'altro indicano i numeri matematici che stanno dietro a tutte le loro brillanti scoperte.

Il titolo italiano del film, Il Diritto di Contare, gioca a sua volta con il doppio significato di contare, inteso come diritto di valere oltre che di destreggiarsi tra calcoli e cifre senza discriminazioni.


Prenota il tuo biglietto per Il Diritto di Contare


Dal punto di vista più strettamente cinematografico Theodore Melfi si mostra abile a rappresentare l'ingiustizia senza ricorrere a scene violente o particolarmente dure, dando così un senso di ordinarietà alle oltraggiose discriminazioni razziali e sessuali.

Le tre protagoniste vengono seguite in parallelo nella sfera professionale che le vede distinguersi come "computer umani" e in quella privata e familiare, e questo rende credibile e coinvolgente la costruzione dei personaggi, sorretti da interpretazioni di grande livello.

In particolare Octavia Spencer regala una prova perfetta nei panni di Dorothy Vaughan e non a caso ha ricevuto la nomination agli Oscar, anche se per certi versi la vera sorpresa del film è Kevin Costner che si cala con inedita misura nel ruolo dell'energico Al Harrison, leader dello Space Task Group che fa da contraltare alle tre protagoniste.

Altro elemento vincente del film è la puntuale colonna sonora di Pharrell Williams ispirata alle sonorità degli anni '60. Guarda la featurette di Williams

Il Diritto di Contare è in conclusione un film ben scritto e ben recitato che, senza strafare, arriva esattamente all'obiettivo che si è proposto e che, aiuta a riflettere ancora una volta sul tema dei diritti civili e delle pari opportunità.

Paolo Piccioli

Ecco il trailer de Il Diritto di Contare

Prenota il tuo biglietto per Il Diritto di Contare

Il Diritto di Contare con la colonna sonora di Pharrell Williams

Un'immagine delle protagoniste de Il Diritto di Contare

 

Tags: Kirsten Dunst, Octavia Spencer, Kevin Costner, Il Diritto di Contare, Hidden Figures, Pharrell Williams, Theodore Melfi, Janelle Monae

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.