Cinemaz logo

50 sfumature: scenari 'surreali' dietro le quinte

Anche se ormai quasi tutti sono andati a vedere la pellicola, spinti dalla curiosità, continuano ad emergere particolari a dir poco bizzarri sulle modalità con cui questo lungometraggio è stato realizzato.





Gli ultimi sono stati raccontati dal direttore della fotografia Seamus McGarvey, che in un'intervista al Times ha confessato quanta artificialità ci fosse nel film, anche per le cose impensabili.

"Abbamo protetto gli attori – ha dichiarato – Jamie [Dornan, ndr] aveva una copertura sul pene. Dakota [Johnson, ndr] aveva una sorta di cerotto che le copriva tutta l'area pubica e tutto intorno al suo corpo. Ci siamo ritrovati in una situazione curiosa durante la post-produzione, perché abbamo dovuto aggiungere peli pubici. Non direi che sia stato uno dei momenti più belli della mia carriera, ma sicuramente è stato uno dei più surreali".

"Avevamo anche una controfigura per il sedere di Dakota. – ha poi aggiunto Seamus – Ho avuto il piacere di fare i casting a questi sederi senza tatuaggi. Scenario surreale numero 2".

by funweek.it/cinema

 

Pubblicato in VideoNews

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.