Cinemaz logo

Troppo bruttine per Hollywood

Troppe brutte per Hollwood? Sarà, eppure ognuna di loro, dopo aver ricevuto questa bocciatura, ha avuto una carriera favolosa.




Parliamo di grandi star come Meryl Streep, Jessica Chastain o Sarah Jessica Parker, ma anche Winona Rider o Lea Michele.

E' rimasta celebre la bocciatura esplicita di Dino De Laurentiis alla Streep, che definì senza mezzi termini "brutta" (tra l'altro di fronte a lei, ignorando che parlasse italiano) e inadatta per il ruolo femminile in King Kong: vale giusto la pena ricordare che parliamo di un'attrice che oggi è nota, oltre che per le meravigliose interpretazioni, anche per il suo palpabile fascino e per il suo charme.
Bruttina a chi?

Un volto particolare anche quello di Sarah Jessica Parker: c'è chi la ama e chi la odia, ma certamente la Carrie Bradshaw di 'Sex and the city' non passa inosservata. Tanto che è diventata un'icona di stile e di bellezza.

Anche la star di 'Glee', Lea Michele, ha ricevuto frequenti critiche sul suo aspetto fisico e anche sui suoi outfit in occasioni ufficiali: gli addetti ai lavori non perdono occasione per punzecchiarla, ma Lea è amatissima fra gli adolescenti per il suo ruolo nella serie tv cult Glee e forse anche proprio per questo suo essere decisamente "normale" e non di una bellezza inarrivabile come alcune sue giovani colleghe.

by funweek.it/cinema

 

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus