Cinemaz logo

 

 

Tutti insieme appassionatamente dal cinema al teatro

Da Broadway al cinema passando per il piccolo schermo e ora di nuovo a teatro. La storia di Tutti insieme appassionatamente è lunghissima e costellata di successi internazionali, da quando nel 1959 il musical The Sound of Music debuttò a New York.


Ora le vicende della famiglia von Trapp rivivono in Italia grazie allo spettacolo musicale Tutti insieme appassionatamente, interpretato da Vittoria Belvedere e Luca Ward, che tornano insieme sul palco dopo il successo di My Fair Lady.

Il musical debutta il 9 dicembre al Sistina di Roma e poi girerà la nostra penisola, sotto l'attenta regia di Massimo Romeo Piparo, che con questa rappresentazione completa una sorta di trilogia sui più grandi capolavori del cinema musicale, che – oltre a Tutti insieme appassionatamente – comprende Jesus Christ Superstar e Sette spose per sette fratelli.

La storia del musical stavolta si atterrà più al copione originale dello spettacolo del 1959 che alla sceneggiatura della pellicola con Julie Andrews e, stando a quanto dichiarato dai protagonisti in conferenza stampa, trasmette un chiaro messaggio di rifiuto nei confronti della guerra.






"Oggi si sente sempre parlare di conflitti, di morti, bambini... - ha dichiarato Ward - e questo spettacolo ti porta a pensare a quello che accade a pochi km di distanza da noi".

Ai nostri microfoni, Luca Ward e Vittoria Belvedere sono apparsi entusiasti del progetto ed entrambi hanno sottolineato quanto sia bello e appagante lavorare con i bambini. "Lavorare con i bambini è stata una scoperta per me. – rivela Vittoria, che deve fare i conti anche con la presenza della figlia nel cast – Sì, è vero, ho già lavorato con loro in qualche fiction, ma non erano sette. Ti accorgi che anche a 40 anni puoi imparare qualcosa da loro".

"Quando si gira un film o uno spettacolo con i bambini – commenta invece Luca Ward – è inutile darsi da fare e dannarsi. Bisogna fare il proprio lavoro e basta mandare loro in prima linea, perché sono il vero evento dello spettacolo". Al contrario della collega Vittoria, però, a Luca non farebbe piacere avere i propri figli sul palcoscenico: "Non li porterò sul palco, assolutamente no. – dichiara – Ho fatto l'attore bambino e ci sono troppe responsabilità. Preferisco spezzare la catena, faranno altri mestieri. Non perché questo mestiere sia brutto, ma proprio no".









by funweek.it/cinema

 

 

Ti potrebbe interessare anche:

 

 

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Cinemaz: film, cinema, prenotazioni e prevendite biglietti | Informativa sulla Privacy | powered by Tix Production | p.iva IT08230901004 | Android is a trademark of Google Inc.. | App Store è un marchio di servizio di Apple Inc.. iPad, iPhone e iPod sono marchi registrati di Apple Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi.

Seguici su Google+ Seguici su Facebook Seguici su Twitter SSL Certificate