Cinemaz logo

Colazione da Tiffany: 5 curiosità sul film

È difficile dimenticare le pellicole in cui ha recitato la bellissima Audrey Hepburn e, tra le tante, Colazione da Tiffany rimane sicuramente una delle più apprezzate dal pubblico e dalla critica.




Diretto da Blake Edwards nel 1961, il lungometraggio si ispira all'omonimo romanzo di Truman Capote e vanta nel cast, oltre ad Audrey, anche George Peppard, nei panni dello svogliato scrittore Paul Varjak. Volete sapere qualche curiosità sulla pellicola? Eccovene 5.

1. Per interpretare Gatto, il gatto (appunto) rosso del film, furono scelti ben 9 gatti, che si alternavano nelle varie scene. Audrey Hepburn dichiarò che la scena in cui 'lancia' Gatto in mezzo alla strada è una delle cose più "spregevoli" che avesse mai fatto sul set.

2. Truman Capote avrebbe desiderato che il ruolo di Holly fosse interpretato da Marilyn Monroe. Marilyn fu effettivamente scritturata, ma il suo agente le disse che il ruolo della escort non avrebbe giovato alla sua immagine. Buon per Audrey dobbiamo dire!

3. Per permettere di girare le scene all'interno di Tiffany, il negozio ha aperto per la prima volta di domenica dal 19esimo secolo.

4. La bella Holly indossa gli stessi abiti per tutto il film, cambiando però i gioielli per modificare un po' l'outfit. Vediamo il celebre tubino nero, ad esempio, almeno in 4 scene differenti.

5. Per il film, la Hepburn fu pagata 750mila dollari, diventando così la seconda attrice più pagata per una pellicola dopo Elizabeth Taylor.

by funweek.it/cinema

 

Pubblicato in VideoNews

MemoCinema

MemoCinemaTi ricordi la trama di un film ma non conosci il titolo? Prova MemoCinema, il sito che ti aiuta a ritrovare i film dimenticati.

Browser Suggeriti

browser chrome browser firefox browser safari

Google Plus

Questo sito utilizza i cookie per funzionare correttamente, per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il proprio traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Proseguendo nella navigazione avrai dato il tuo consenso.